ROMA: BARBERA (PRC-FDS), DA SINDACO BAVAGLIO A INIZIATIVE POLITICHE SU STRADA

Pubblicato: 26 gennaio 2012 in Uncategorized
Tag:, , , , , , , ,

(AGENPARL) – Roma, 20 gen – “Non bastava la limitazione dei cortei tramite ordinanze molto discutibili, ora Alemanno, grazie alla reinterpretazione della normativa vigente operata dal Segretariato Generale di Roma Capitale, intende limitare anche quelle iniziative politiche di propaganda che si svolgono nelle piazze e nelle strade della città, grazie all’attività gratuita e volontaria dei militanti di partito. Non è più tollerabile che, negli ultimi mesi, gli uffici comunali preposti alla concessione delle occupazioni di suolo pubblico, sulla base di una originale e discutibile interpretazione operata dal Segretariato Generale di Roma Capitale, rendano sempre più complicata la possibilità di svolgere quelle iniziative politiche che richiedano l’occupazione di suolo pubblico, anche di un semplice metro quadro. Da qualche mese, smentendo la prassi costante e uniforme adottata fino a poco fa, la possibilità di organizzare “banchetti”, anche di poche ore, viene subordinata al pagamento di 60 euro di diritti di istruttoria e di una marca di bollo di circa 14 euro, mentre per l’autorizzazione di un semplice gazebo, di quelli leggeri di 2 metri per 2 metri, viene richiesta la stipula di una polizza assicurativa, anche se si tratta di poche ore. E’ evidente che in questa maniera si impedisce ai piccoli partiti, che non hanno altre risorse se non quelle militanti, di poter svolgere la propria attività di comunicazione, visti gli oneri richiesti. Cosa di non poco conto, visto che l’attività dei partiti è comunque tutelata dalla nostra Carta costituzionale, la quale riconosce loro, piccoli o grandi, una funzione essenziale nella nostra democrazia che è quella di raccordo tra le istituzioni pubbliche e la cittadinanza”.

E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

“Quelli più penalizzati – continua Barbera – sono proprio quelle organizzazioni che non ricevono finanziamenti elettorali da gruppi economici per scelta e che pertanto basano la propria attività di propaganda sulla mobilitazione gratuita e volontaria dei propri militanti. Una cosa è certa non ci faremo mettere il bavaglio da queste misure liberticide e antidemocratiche e continueremo ad ‘invadere’ pacificamente le piazze e le strade della nostra città per far conoscere i nostri contenuti politici che qualcuno vorrebbe oscurare”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...