VIA ALMIRANTE, BARBERA (FDS): «ROMA NON PUÒ SUBIRE OLTRAGGIO»

Pubblicato: 26 giugno 2012 in Uncategorized
Tag:, , , , , , , ,

(OMNIROMA) Roma, 26 GIU – «Forse più che dare ossigeno a Via Nizza, che peraltro essendo interdetta al traffico privato non ne necessita, sono altri che forse avrebbero bisogno di un pò più di ossigeno in queste ore di calura prima di rilasciare dichiarazioni su Via Almirante, Via Lenin e sulle legittime proteste di chi la storia del nostro Paese, per fortuna, la conosce molto bene. Le attività commerciali falliscono perché c’è una forte crisi economica alimentata da politiche fallimentari che sono proprio quelle sostenute e promosse da coloro che sponsorizzano da sempre Via Almirante». È quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del XVII Municipio. «Lo sappia il presidente dei commercianti di Via Nizza prima di giocare a fare il ‘rivoluzionariò con atti che trovano il tempo che trovano, anche perché sono ormai ampiamente abusati e non fanno neanche più notizia – aggiunge – La città di Roma, Medaglia d’Oro alla Resistenza non può subire un oltraggio come quello di intitolare una via ad un personaggio che porta grandi responsabilità per quanto accaduto in Italia durante il nazifascismo. Di quanto accaduto ne portiamo ancora tragicamente i segni. È una vergogna che ci sia ancora oggi chi ha difficoltà a capire tutto ciò e giochi a fare il provocatore, utilizzando impropriamente tali argomenti per strumentalizzare altri problemi»

Articoli correlati:

La Repubblica.it – Fiamme al Corto Circuito

Annunci
commenti
  1. Silvia Adami ha detto:

    Non conosco la situazione di v.Nizza, conosco bene però il ns.Municipio 17° in cui vivo, non privo di criticità, Andiamo per ordine:

    1) L’ingorgo costante del traffico è causato ANCHE dalla presenza dei mastodontici pullman turistici che dovrebbero sostare negli appositi parcheggi (Gianicolo, v.delle Fornaci/quasi vuoti) invece di girare indisturbati senza che nessuno li multi; 2) Lo scario/carico delle merci si svolge ad ogni ora del giorno, mentre con buona pace e disponibilità dei commercianti, dovrebbe effettuarsi solo nelle PRIME ore della mattina; 3) L’AMA è più presente, soprattutto nelle zone San Pietro/Musei Vaticani, pulite due volte al giorno: Ma se voltiamo l’angolo, per l’impedimento delle macchine in sosta, troviamo solo sporcizia. Perché non pretendere almeno una volta al mese uno spostamento delle auto per intervenire con fiotti di acqua; 4) Mai risolta la questione del “decoro urbano”. In tutto il centro i marciapiedi sono occupati da brutti antiestetici gazebi e i tavolini debordano ben oltre il consentito, senza alcun rispetto per i ns. monumenti. Vedi i camioncini bar davanti al Musei Vaticani, storiche licenze intestate alla famiglia Tredicine; 5) Piani della viabilità che penalizzano l’utenza, nell’ottica del risparmio, Poche mezzi sulle linee e corse RAREFATTE, con attese sfibranti senza alcun riparo. Le pensiline bianche di ultima generazione non riparano né dal caldo, né dal freddo, né dalla pioggia. E poi si parla d’incrementare il turismo! Per fortuna la bellezza di Roma fa dimenticare i pesanti disagi cui sono sottioposti gli stranieri in visita, ma sui loro giornali (specie quelli tedeschi e francesi) passata l’euforia della vacanza le critiche sono feroci. Mi fermo qui e mi scuso per la mia lunga narrazione!.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...