(AGENPARL) – Roma, 19 lug – “Come qualcuno ha giustamente denunciato, il devastante progetto della Giunta Alemanno denominato “Ambiti di Riserva”, che scaricherà sulle aree agricole della città altri 23 milioni di metri cubi di cemento, oltre i 70 milioni già previsti dal piano regolatore del 2008, rappresenta “un’urbanistica senza una idea di città” che produrrà solo danni incalcolabili dal punto di vista ambientale, paesaggistico e della qualità della vita dei romani, senza risolvere il drammatico problema dell’emergenza abitativa. In realtà, come sempre, gli unici che trarranno vantaggio da questo progetto saranno i proprietari dei terreni che da agricoli diventeranno edificabili e le imprese di costruzione che nel frattempo si saranno aggiudicate la promessa di vendita dei suddetti terreni. E’ vergognoso che si utilizzi il problema dell’emergenza abitativa per giustificare l’ulteriore cementificazione dell’agro romano quando a Roma, secondo i dati forniti tempo fa da Legambiente, ci sono circa 250 mila appartamenti sfitti. Un’operazione a perdere per la città che viene utilizzata dalla Giunta Alemanno per consolidare i rapporti con i poteri forti della città in vista delle prossime elezioni amministrative”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio Municipio Roma XVII

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...