Roma, 18 set – E’ curioso che ci siano esponenti del Pdl romano che abbiano anche il coraggio di “fare le pulci” ai precedenti sindaci di centrosinistra sul decentramento amministrativo quando il sindaco Alemanno e la sua “sgangherata” maggioranza di centrodestra hanno completamente svuotato di significato del suddetto decentramento, reinterpretando in maniera molto restrittiva i regolamenti comunali, azzerando i piani di investimenti dei municipi e riducendo all’osso la loro spesa corrente. Molte volte si impedisce ai consigli dei municipi anche di poter esprimere i prescritti pareri previsti dal Regolamento del decentramento su argomenti di loro  competenza. La verità è che senza un forte mobilitazione dal basso, che rivendichi quelle battaglie che vennero portate avanti negli anni ‘70 dal movimento dei consigli di quartiere nelle aree urbane, sarà molto complicato con l’attuale classe politica difendere un’idea di decentramento che si traduca in un vero ampliamento della partecipazione dei cittadini alla ‘cosa pubblica’ e in una dilatazione delle forme di auto-organizzazione delle comunità locali. Purtroppo, oggi la parola “decentramento” viene  utilizzata solamente per fare cassa, riducendo le risorse destinate alla spesa pubblica e i livelli di protezione per i soggetti socialmente più deboli. Per questi motivi siamo fortemente critici sulle nuove disposizioni normative che hanno ridefinito  le istituzioni locali e il decentramento urbano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...