Archivio per novembre, 2012

assestamento di bilancio(AGENPARL) – Roma, 30 nov – “Sono risibili le dichiarazioni enfatiche degli esponenti capitolini del Pdl sull’assestamento di Bilancio approvato in nottata dall’Assemblea capitolina, visto che tale manovra finanziaria da 38 milioni di euro è stata fortemente condizionata dal grave ritardo dell’approvazione del bilancio previsionale 2012, avvenuta solo 23 giorni fa, dopo la diffida del prefetto di Roma. Un fatto senza precedenti per la nostra città, ma credo anche per il nostro Paese. E’ evidente che tali ritardi hanno pesantemente penalizzato, in questi mesi, la programmazione dell’attività dell’amministrazione capitolina, favorendo sprechi e inefficienze in un periodo particolarmente delicato per la nostra città, a causa della crisi economica. L’unico aspetto positivo di tale vicenda è quello che sarà l’ultimo assestamento di questa (altro…)

Annunci

sanità(AGENPARL) – Roma, 30 nov – “Non passa giorno che non ci arrivino denunce su sprechi e inefficienze nell’Asl RmE. Si chiudono i servizi sanitari sul territorio, danneggiando gli utenti, soprattutto quelli più deboli, ma si continuerebbe a spendere fiumi di denaro pubblico in maniera molto discutibile. E’ questo il dramma della nostra sanità pubblica. L’ultima nostra scoperta è quella della riapertura, poche settimane fa, di un reparto nell’Asl Rm E, quello maxillo-facciale, che era già stato chiuso due anni fa, vista la scarsa utilità nell’Asl RmE e la coesistenza con altre realtà più efficienti e meglio organizzate nella città. Oggi, con una decisione molto discutibile, si “risuscita” tale reparto che, assunti 2 medici dirigenti con contratto annuale a costi non certo indifferenti, opererebbe senza avere neanche il personale medico e paramedico richiesto e le attrezzature necessarie per una struttura simile”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro (altro…)

(AGENPARL) – Roma, 29 nov – “Ormai è ufficiale, alcuni comitati nazionali dei cosiddetti “esodati” hanno finalmente conferito l’incarico ai propri legali per chiedere un risarcimento nei confronti del ministero guidato da Elsa Fornero. Il risarcimento verrà chiesto per danni morali e mobbing sociale. Da circa 12 mesi alcune centinaia di migliaia di persone e le loro famiglie stanno vivendo un vero e proprio incubo, visto che la riforma sulle pensioni promossa dal suddetto ministro ha drasticamente compromesso il loro presente e il loro futuro. Centinaia di migliaia di famiglie, gettate sul lastrico, non potranno contare né sul reddito di lavoro, né su quello da pensione. Un dramma sociale nato per un clamoroso errore nel conteggio dei soggetti “esodati” al quale, però, nonostante le promesse politiche, non si è voluto in questi 12 mesi dare una correzione”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)

Roma, 29.11.2012 – “Questa mattina tutti i consiglieri del Municipio Roma XVII, in segno di solidarietà con i lavoratori dell’IDI, ancora in attesa del pagamento delle retribuzioni dal mese di agosto, hanno partecipato alla seduta del Consiglio indossando una maglietta bianca con la scritta ‘Insieme con i lavoratori dell’IDI’.  Un gesto simbolico, che si affianca all’atto già votato la settimana scorsa, che vuole testimoniare la vicinanza del nostro territorio al dramma dei lavoratori e delle loro famiglie gettate sul lastrico dalla dissennata gestione finanziaria della proprietà del gruppo societario. Anche noi continuiamo a chiedere l’immediato intervento del Governo e della Regione Lazio affinché si possa addivenire, al più presto, ad una soluzione concreta per il pagamento delle retribuzioni dovute e per la salvaguardia del loro posto di lavoro”. Lo dichiara Giovanni Barbera, presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII (Prc-Fds).

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)