(AGENPARL) – Roma, 29 nov – “Ormai è ufficiale, alcuni comitati nazionali dei cosiddetti “esodati” hanno finalmente conferito l’incarico ai propri legali per chiedere un risarcimento nei confronti del ministero guidato da Elsa Fornero. Il risarcimento verrà chiesto per danni morali e mobbing sociale. Da circa 12 mesi alcune centinaia di migliaia di persone e le loro famiglie stanno vivendo un vero e proprio incubo, visto che la riforma sulle pensioni promossa dal suddetto ministro ha drasticamente compromesso il loro presente e il loro futuro. Centinaia di migliaia di famiglie, gettate sul lastrico, non potranno contare né sul reddito di lavoro, né su quello da pensione. Un dramma sociale nato per un clamoroso errore nel conteggio dei soggetti “esodati” al quale, però, nonostante le promesse politiche, non si è voluto in questi 12 mesi dare una correzione”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

“I comitati promotori dell’iniziativa – continua Barbera – intendono avvalersi degli ultimi orientamenti della giurisprudenza della Suprema Corte di Cassazione che, ormai, riconosce la possibilità di ottenere il risarcimento del danno morale anche quando questo non derivi da un illecito penale. L’obiettivo dei suddetti comitati è, infatti, quella di dimostrare ai giudici i danni morali e materiali che sono stati prodotti, in questi ultimi 12 mesi, a centinaia di migliaia di famiglie, a causa di una gestione negligente, imperita e dilettantesca della riforma delle pensioni promossa dal ministro Fornero. Tali comitati hanno già annunciato che, in caso di vittoria legale, il risarcimento sarà versato nelle casse di una costituenda associazione senza fine di lucro che opererà a favore degli “esodati” ridotti in condizioni di indigenza dal ministro Fornero. Nel frattempo, in attesa che tale iniziativa possa essere accolta dai giudici, Rifondazione Comunista continua, seppure oscurata dai media, a raccogliere le firme per promuovere il referendum per l’abrogazione dell’odiata riforma Fornero e per  altri referendum, quale quelli sul ripristino dell’art. 18, per la salvaguardia dei contratti collettivi e la riduzione degli emolumenti ai parlamentari ”

Annunci
commenti
  1. marcello ha detto:

    Ero un cittadino modello, oggi sono pronto a sparare a vista a questi maili perché mi hanno trasformato in un potenziale assassino. Se non mi restituiscono il diritto alla pensione così come era ante monti, lo farò

  2. pd valdengo ha detto:

    Reblogged this on CIRCOLO PD VALDENGO and commented:

    PENSIONI: BARBERA (PRC-FDS), ESODATI CHIEDONO I DANNI AL MINISTRO FORNERO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...