Archivio per 7 dicembre 2012

Tor Chiesaccia(AGENPARL) – Roma, 07 dic – “Come è possibile che qualcuno possa sbancare a ridosso della Torre Chiesaccia, un monumento di origine medievale tutelato dal Ministero dei Beni culturali, che sorge su area vincolata e destinata a parco pubblico sia nel Piano Regolatore che nelle Delibere del Consiglio Comunale n. 37/2003 e 148/2005? Chiediamo che le autorità preposte intervengano immediatamente per bloccare quello che appare come un vero e proprio scempio sia ambientale che nei confronti del nostro patrimonio monumentale. Rammentiamo che Tor Chiesaccia faceva parte del sistema difensivo della viabilità medievale di via Laurentina, via di Trigoria, sino a Pratica di Mare, in una delle zone più belle intorno a Roma, raffigurata per secoli dai pittori come luogo simbolo dell’agro romano. Tale scempio sarebbe visibile anche dalle foto che alcuni cittadini ci hanno fatto pervenire e che documenterebbero, in maniera clamorosa, un cantiere proprio sotto le mura del suddetto monumento”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC-FDS e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

Annunci

Via Teulada(AGENPARL) – Roma, 07 dic – “Magari il problema del parcheggio di Via Teulada fosse solo la chiusura dei lavori per un problema di natura burocratica. Quel parcheggio doveva essere concluso in due anni e invece ce ne sono voluti più del doppio per arrivare a conclusione, con inevitabili ripercussioni per i cittadini, visto che è collocato in una delle zone di Roma più congestionate dal traffico. Ovviamente nessuna sanzione per la società che lo sta realizzando in quanto a Roma i costruttori sono liberi di bucare il sottosuolo e tenere impegnare le aree pubbliche a tempo indeterminato, come e quando vogliono, anche davanti ai tribunali. Ricordiamo che tale parcheggio non è un’opera pubblica, ma un parcheggio privato realizzato su area pubblica, grazie a una concessione che è stata affidata senza procedure ad evidenza pubblica, così come avviene per questo tipo di parcheggi sui quali decide il sindaco, sopra la testa dei cittadini e degli stessi municipi, grazie ai poteri straordinari che gli vengono conferiti dal governo per l’emergenza traffico”.  (altro…)

Polizia Roma Capitale(OMNIROMA) Roma, 06 DIC – «Ci chiediamo se sia normale che gli automezzi della Polizia di Roma Capitale siano costretti a rimanere inutilizzati a causa dei mille problemi burocratici e/o finanziari che impediscono la necessaria manutenzione per la loro circolazione. Eppure, incredibilmente, è proprio così, visto che spesso l’operatività della nostra polizia locale, almeno nei municipi, è condizionata non solo dalle note carenze di organico, ma anche da questo tipo di problemi, la cui responsabilità va ovviamente ricercata non tra i dirigenti della polizia locale a livello municipale, ma nelle scelte decise più in alto, direttamente al Campidoglio». Lo dichiara in una nota Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

«Così può anche capitare, come accade nel nostro Municipio, che non si possano operare le rimozioni delle occupazioni abusive che imperversano in città, perché il furgone in dotazione alla Polizia municipale sia fermo in attesa di riparazione, a causa del mancato o ritardato rinnovo delle convenzioni, spesso motivato dai noti problemi di natura finanziaria. Un fatto incredibile che si scontra con gli (altro…)

povertà(AGENPARL) – Roma, 06 dic – “Che film ha visto Guidi? Comprendiamo il fatto che ci stiamo avvicinando alle elezioni, ma tutto ha un limite. Pensare che siano sufficienti iniziative ridicole e inutili, come la ‘carta Roma’ o il “quoziente familiare’, per risolvere i problemi economici e sociali dei romani, prodotti non solo dalla crisi economica, ma anche dagli aumenti delle tariffe e delle imposte comunali di questi anni, significa non conoscere la propria città. Oggi, dopo quasi cinque anni di amministrazione Alemanno, la città è allo stremo, sicuramente più povera e meno coesa. Forse Guidi avrebbe bisogno di allontanarsi ogni tanto dagli scranni dell’Aula Giulio Cesare per farsi un giro in città, tra la gente normale, quella che fatica a mettere insieme il pranzo con la cena, per rendersi conto di quanto malessere sociale esiste tra i nostri cittadini”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC-FDS e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

Manifestazioni a Roma(AGENPARL) – Roma, 06 dic – “Basta con la lagna di coloro che quotidianamente si lamentano dei cortei, occultando le ragioni che spingono lavoratori, studenti e altre persone a scendere in piazza per protestare. Chi manifesta non lo fa per divertimento, ma per difendere i propri diritti calpestati o ignorati da quelle istituzioni che dovrebbero intervenire sul malessere sociale prodotto dalla crisi economica e dalle politiche di austerity. Alemanno & soci se ne devovrebbero fare una ragione perché nel futuro le manifestazioni e i cortei di protesta sono destinati inevitabilmente a crescere, visto l’impermeabilità delle nostre istituzioni pubbliche alle istanze che provengono dalla società. Ma dove vivono questi signori? Come si permettono di anteporre strumentalmente problemi di secondaria importanza, come quello della circolazione viaria, rispetto alle ragioni di chi rivendica tutele per il diritto al lavoro, allo studio e alla salute?”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC-FDS e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

radio popolare roma(AGENPARL) – Roma, 06 dic – “Ho aderito convintamente all’appello ‘Non spegnete quella radio’ che in queste ore sta circolando sul web. Anch’io penso che molto ci sia da fare per evitare che la voce di Radio Popolare Roma possa spegnersi. Sarebbe un danno enorme per la nostra città e per quelle ‘mille vertenze’ dal basso alle quali, tale radio, in queste sette anni, ha dato quello spazio e quella voce che, purtroppo, altri media non hanno voluto o saputo dare. Non possiamo permetterci il lusso che una delle poche voci veramente indipendenti e libere di questa città possa essere tacitata, soprattutto in questa delicata fase politica e sociale in cui assistiamo drammaticamente a una riduzione degli spazi di agibilità politica e democratica nei confronti di quelle forze politiche e sociali che si battono nel Paese e in città contro il ‘pensiero unico’. Esprimendo la nostra solidarietà a tutti i giornalisti e ai collaboratori della suddetta radio, auspichiamo che si possa intervenire, anche con le iniziative suggerite dal suddetto appello, come la campagna di sottoscrizione e di azionariato popolare, per salvaguardare quello che resta a tutti gli effetti un bene comune della città”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC-FDS e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.