Flash-Mob al Quirinale per i referendumRoma, 19 dic 2012 – “Oggi, abbiamo organizzato un flash mob al Quirinale per denunciare il rischio che venga impedito ai cittadini italiani di poter andare al voto sui referendum riguardanti il ripristino dell’art.18, l’abrogazione della norma di legge che permette la deroga ai contratti collettivi, l’abrogazione della riforma Fornero sulle pensioni e la riduzione degli emolumenti dei parlamentari, sui quali sono state già raccolte centinaia di migliaia di firme nei mesi scorsi.  Infatti, se il presidente della Repubblica scioglierà le Camere prima del 3 gennaio, come sembra voglia fare, sarà impossibile poter votare su tali referendum e le firme raccolte saranno destinate al macero.  Uno scippo alla democrazia inaccettabile,  visto anche che su alcuni di questi quesiti referendari  sono state già  raccolte, prima della scadenza, le firme necessarie per rendere possibile lo svolgimento dei relativi referendum. Chiediamo che su tale importante questione, che attiene alla democrazia e al rispetto della volontà di quelle centinaia di migliaia di cittadini che si sono mobilitati in questi mesi per firmare, il presidente Napolitano si esprima chiaramente, posticipando lo scioglimento delle Camere dopo il 2 gennaio, al fine di permettere lo svolgimento dei suddetti referendum”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds, dopo la partecipazione al blitz di protesta organizzato dalla Federazione della Sinistra, davanti al Quirinale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...