NO MUOS: TERMINATA LA PROTESTA SOPRA I TRALICCI DELLA BASE NATO

Pubblicato: 23 aprile 2013 in AMBIENTE E TERRITORIO, QUESTIONI NAZIONALI
Tag:, , , , , , , , ,

No MuosRoma, 23 apr 2013 – Sono scesi dai  tralicci di due delle 46 antenne in esercizio da anni nella base militare NATO di Niscemi i quattro manifestanti del No Muos che oggi, con un clamoroso blitz,  erano riusciti a entrare nella suddetta struttura militare. Lo scopo del blitz di protesta, che è costato una denuncia per i protagonisti,  era quello di attirare l’attenzione dei media sulla costruzione del sistema di comunicazione satellitare, ritenuto pericoloso per la salute dei cittadini e per l’ecosistema del comprensorio. Noi sosteniamo la loro battaglia senza ‘se’ e senza ‘ma’!”.

Annunci
commenti
  1. Paolo Del Bene ha detto:

    tutti i sistemi a partire dalle LOW VHF, fin oltre i 274 GHZ, usano basse potenze, al contrario sulle HF, si fa un grand uso di centinaia di KW/H.

    Anziche’ prendersela con un sistema, sarebbe stata opportna una loro richiesta scritta al Ministero delle Comunicazioni, per sapere se usano VLF, ULF, MW, HF, LOW VHF, UHF, SHF, EHF, almeno per capire quali potenze sono in uso.

    La gente pensa alla salute, ma un cellulare quad core se lo metono vicino alle tempie, che ha 1,5 Ghz di velocita e scalda come un forno a microonde.

    E’ facile preoccuparsi per la salute, poi si accettano ben altri compomessi, siano coerenti su tutta la linea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...