Imu(AGENPARL) – Roma, 26 apr – “Sull’Imu, così come su tante altre promesse elettorali, Alemanno non è credibile. Dopo aver abbandonato le famiglie romane a loro stesse e averle tartassate con l’aumento di imposte e tariffe, oggi vorrebbe farci credere di essere diventato un novello Robin Hood. In realtà, non è certo un caso che Roma abbia le aliquote Imu più alte d’Italia”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc e candidato al Consiglio comunale nelle liste di Sinistra per Roma che sostiene Sandro Medici a Sindaco.

“Abbiamo invece bisogno – continua Barbera – di un’Amministrazione comunale che contrasti gli effetti perversi della crisi economica, aiutando le fasce più deboli, oggi alla disperazione. Bisogna tassare i grandi patrimoni con un’imposta di scopo per reperire risorse da ridistribuire e rimodulare radicalmente le tariffe comunali e le stesse vergognose aliquote Imu, che oggi colpiscono soprattutto le classi meno abbienti. Bisogna esentare le fasce deboli dall’Imu sulla prima casa, prevedendo invece un aumento progressivo delle aliquote sui redditi più elevati e per le case sfitte e invendute. E’ questa una parte della rivoluzione che proponiamo a tutti quei cittadini che sono alle prese con le difficoltà prodotte non solo dalla crisi economica, ma anche dalle politiche di austerity”.

Annunci
commenti
  1. Paolo Del Bene ha detto:

    Come titolare di prima casa, vivo il dramma ed il piu’ delle tasse, mi ha mangiato tutti i miei averi, vivo da vicino la situazione. Vivo con 350 EURO al mese e dovendo pagare: acqua, luce, gas, telefonino, ADSL, IMU, RIFIUTI, so di cosa si parla.

    Volendo affrontare la questione RIFIUTI, e’ VERGOGNOSO, che esistano dei RIFIUTI, cio’ vuol dire che il ciclo non si chiude e che c’e’ un SURPLUS per quel che riguarda la catena ALIMENTARE, ma anche per cio’ che concerne quei prodotti su cui la UE, ci fa pagare la RAEE per lo smaltimento dei rifiuti, ma che tutti se ne guardano bene dal far riparare o da gettare nei modi appropriati.

    E’ vergognoso che solo di RIFIUTI, si arrivi a pagare piu’ di 152 EURO, ci; vuol dire, che l’AMA non svolge il ruolo per cui viene pagata, con i soldi dei CONTRIBUENTI Romani, dato che e’ un’azienda MUNICIPALIZZATA.

    Non puo’ esistere un smaltimento dei RIFIUTI che arriva in tutta ROMA, solo al 25%.

    Dieci anni fa, ROMA aveva le condizioni, per potersi adeguare allo smaltimento dei RIFIUTI, come viene fatto a Los Angeles.

    A Los Angeles, non hanno la bacchetta magica, eppure sono arrivati al 75% dello smaltimento dei RIFIUTI.

    Nessuno a Los Angeles, perserebbe di fare immense buche e riempirle con RIFIUTI di “TAL QUALE”, a Los Angeles, tutti in RIFIUTI vengono separati, e dove non arrivano i macchinari, lo fanno le persone.

    Nessuno a Los Angeles, penserebbe di INCENERIRE i RIFIUTI, perche’ a fronte di una COMBUSTONE, c’e’ una MINUSCOLA quantita’ di ENERGIA prodotta.

    Il termine TERMOVALORIZZATORE, viene usato, solo per farlo rientrare, nella categoria
    di ENERGIE ALTERNATIVE e non INQUINANTI.

    IN REALTA’ stanno raccontando una balla, grande quanto un INCENERITORE, perche’, se realmente vuoi avere una TERMOVALORIZZAZIONE, c’e’ bisogno di BRUCIARE grandi TONNELLATE di RIFIUTI e questa e’ una delle CAUSE, dei malanni, quali CANCRO, CARCINOMI che vengono all’essere ANIMALE, partendo appunto dagli ANIMALI, fino alle persone ed INTACCANDO in modo IRREVERSIBILE FLORA e FAUNA.

    Inutile dire che dalla RICOTTA, al LATTE, dai FORMAGGI, INSALATA, dai POMODORI alle MELANZANE…. e’ tutto seriamente COMPROMESSO a causa di coloro che SPECULANO sulla SALUTE della gente.

    Se il caso di Malagrotta e’ disperato, non da meno, la popolazione che vive a ridosso di Malagrotta od avendo case a distanza di 600 mt, od essendo a 2 KM, 9,8 KM, 20 KM, la situazione non cambia affatto.

    Si dice che fra un inceneritori ed il centro abitato, ci dovrebbe essere un raggio di 70KM in line d’aria, ma poi non e’ cosi’.

    Inoltre la legge non prevede che( le DIOSSINE derivanti dalla COMBINAZIONE di materiale di diverso genere che poi va nella ciminiera e poi in ATMOSFERA), ci sia un modo per
    non far andare in atmosfera tali DIOSSINE e dato che il VENTO esiste, le sposta in qualsiasi localita’.

    Non c’e’ mica un CARABINIERE addetto al controllo che dice: “LEI e’ una diossina deve rientrata nella ciminiera e non puo’ muoversi, tutte quelle altre che non sono pericolose entrino pure in atmosfera.

    Non a caso ho voluto fare un pezzo satirico, proprio per far capire il ridicolo e la situazione in cui ci troviamo e che tutti viviamo.

    Tutti debbono fare la raccolta differenziata e chi puo’ permettersi di non buttare i rifiuti organici, ci faccia del COMPOST che a Los Angeles, viene pagato profumatamente dagli acquirenti.

    Per quel che riguarda il Polistirolo Espanso che si trova a contetto con gli alimenti, mi diaspiace dovervi comunicare che e’ CANCEROGENO e dunque nessuno dovrebbe mettere gli alimenti a contatto col Polistirolo Espanso, come attualmente viene fatto.

    Lo smaltimento della carta a Los Angeles, ci sono gli ordinativi per acquistare carta che prima non si sa se fosse stata una lettera d’amore od una ricevuta.

    Il Sigr Gianni Alemanno, invito’ a ROMA, colui che a Los Angeles, ha portato la raccolta differenziata al 75%, ne fece propaganda elettorale e sicuramente abbiamo pagato come cittadini ROMANI anche la consulenza, ma non mi risulta che sia mai partito alcun progetto per la raccolta differenziata, dato che ancora si fa la raccolta del “Tal quale” e poi viene fatta un’enorme buca e messo sotto terra, senza aver fatto alcuna separazione

    Questo e’ il modo di operare della ditta CERRONI, eppure non mi RISULTA che nessun partito AMBIENTALISTA od Associazioni AMBIENTALISTE, o la SINISTRA, si siano preoccupate di affrontare tale problema.

    Sinceramente se non fosse stato per Report su RAI3, condotto da Milena Gabanelli e se non fosse stato per Presa Diretta, sinceramente non se ne saprebbe nulla ed al tempo stesso la Magistratura avrebbe avuto le mani legate, per la scarsita’ di informazioni, dato che il Paese ITALIA, per quel che concerne l’informazione e’ al 57 posto, vedasi Reportes Sans Frontiers http://ur1.ca/dkjfq

    Si puo’ inoltre dire, che l’informazione e’ censurata, controllata e manipolata, al servizio del potente di turno o del GOVERNO del momento.

    Non si sa per quale motivo, l’informazione deve essere filo/governativa, quando essa dovrebbe esser libera. Vedasi ART.21 della Costituzione Italiana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...