PRIEBKE: PROTESTE PER I CENTO ANNI DEL CRIMINALE DI GUERRA, ROMA NON DIMENTICA LE SUE VITTIME

Pubblicato: 31 luglio 2013 in ANTIFASCISMO, QUESTIONI NAZIONALI
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Eich Priebke compie cento anniRoma, 29 luglio 2013 – E’ stata una giornata molto calda per la Capitale e non solo per motivi climatici. Sotto l’abitazione del criminale di guerra Erich Priebke, dove l’ex capitano delle SS sta scontando agli arresti domiciliari la condanna all’ergastolo per l’eccidio delle Fosse Ardeatine, si sono susseguiti per l’intera giornata diversi sit-in di protesta contro i festeggiamenti del suo centesimo compleanno. Ci sono stati anche attimi di tensione,  intorno alle 11.3,0 quando il nipote, arrivando con una bottiglia di champagne, l’ha mostrata provocatoriamente ai manifestanti.

roma non dimentica gli eccidi nazistiCartelli, slogan, canti partigiani e interventi di rappresentanti politici, dell’Anpi, della comunità ebraica e della società civile hanno caratterizzato le iniziative di protesta che si sono tenute in Via Cardinal Felice, nel quartiere Aurelio, sotto l’occhio vigile delle forze dell’ordine che hanno presidiato con mezzi e personale l’accesso alla palazzina in cui vive Priebke con la sua famiglia. Nella serata,  sono stati ricordate, elencandone i nomi, la professione o il mestiere e l’età,  tutte le 335 vittime dell’eccidio delle Fosse Ardeatine.

Le polemiche sul criminale di guerra erano state state rinfocolate in questi giorni proprio dal timore che potessero essere organizzati dalla famiglia festeggiamenti in pubblico come accaduto alcuni anni fa  e da alcune scritte e svastiche che nella notte sono comparse sui muri della sede nazionale dell’Anpi  e sulla saracinesca della sezione del Pd di Piazza Vescovio per ricordare il compleanno del boia nazista.

Priebke compie cento anniSuccessivamente la Questura di Roma ha fatto sapere,  tramite la sua pagina facebook, che  dieci militanti del movimento di estrema destra ‘Militia’ erano stati fermati dalla polizia e da agenti della Digos in piazza Irnerio, mentre tentavano di raggiungere  l’abitazione di Priebke per issare uno striscione che inneggiava all’ex SS per i suoi 100 anni. Tra i fermati e identificati anche il leader del movimento politico Occidentale e degli skin-heads e il giovane che fu denunciato l’anno scorso per aver sventolato una bandiera con la svastica, al Circo Massimo, mentre veniva proiettata la finalissima Italia-Spagna.

Annunci
commenti
  1. pd valdengo ha detto:

    L’ha ribloggato su .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...