Archivio per 12 gennaio 2015

dignità per i capitolini“L’atteggiamento della Giunta Marino nei confronti delle diverse vertenze sindacali che in queste settimane stanno coinvolgendo ben 24 mila lavoratrici e lavoratori comunali e’ assolutamente inaccettabile, anche perché tali vertenze riguardano una categoria già fortemente penalizzata, su cui sono state scaricate negli ultimi anni le conseguenze dei tagli alla spesa pubblica. Non si può ignorare il fatto che, dopo appena un anno e mezzo di consiliatura, l’Amministrazione capitolina sia riuscita a mettersi contro tutte le organizzazioni sindacali, piccole e grandi, confederali e non confederali, generando un clima di forte esasperazione”. E’ quanto dichiara, in una nota, L’Altra Europa con Tsipras – Roma

(altro…)

Annunci

metro c(RomaDailyNews) Roma,11.01.2015 – “Dopo lo scandalo riguardante il “crollo” del viadotto appena inaugurato di Scorciavacche 2, tra Palermo e Agrigento, per inadeguate valutazioni geognostiche del sito, siamo così sicuri che gli allarmi lanciati da alcuni studiosi circa i pericoli di alcune grandi opere come la metro C, soprattutto nel tratto da San Giovanni a piazza Venezia,  non siano da prendere in seria considerazione? Mi riferisco, ad esempio, agli allarmi che da tempo vengono lanciati da alcuni esperti come il professore Antonio Tamburrino,  che redasse a suo tempo il Piano strategico della mobilità per il Comune di Roma”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc.  (altro…)

blocco sfratti(AGENPARL) – Roma, 09 gen  – “Dopo le dichiarazioni di questa mattina riguardanti le cifre sulle famiglie interessate dal blocco degli fratti per finita locazione, verrebbe da chiedersi se il ministro Lupi stia dando i numeri, visti i dati di gran lunga superiori denunciati da tutti i sindacati degli inquilini. Ma davvero il governo Renzi pensa di risolvere il problema degli sfratti per finita locazione, riguardanti famiglie bisognose, con le briciole che ha stanziato nel bilancio statale? (altro…)

roma capitale(AGENPARL) Roma, 07 gen – Basta con il gioco delle parti, Sel ci faccia capire con chi sta: con i lavoratori comunali tartassati e umiliati o con questa Amministrazione, da loro sostenuta, che continua imperterrita a calpestare i diritti dei propri dipendenti. E’ troppo semplice mantenere il piede in due scarpe, ma ricordiamo loro che chi fa questo gioco, prima o poi, rischia di rimanere scalzo. Le posizioni espresse oggi dalle consigliere Azuni e Cesaretti sulla vertenza delle educatrici degli asili nido sono in netto contrasto con quella espressa dal vice sindaco, loro collega di partito. Non c’è più spazio per questi giochi, anche perché avvengono sulla pelle di chi percepisce una retribuzione da sopravvivenza. Spero che alle dichiarazioni delle due consigliere, condivisibili, seguano finalmente fatti concreti”. Lo dichiara giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc. (altro…)