Archivio per la categoria ‘AMBIENTE E TERRITORIO’

Roma è sporcaRoma 11 dic 2013 – “Ci chiediamo se ancora esista l’Ama, visto che la città si presenta sempre più sporca e invasa da rifiuti e fogliame. Ci sono interi quartieri abbandonati a se stessi che si sono ormai abituati a convivere con i rifiuti che traboccano dai cassonetti e con la spazzatura che invade strade e marciapiedi. Una situazione vergognosa che riguarda non solo le zone periferiche, ma anche quelle centrali della città.  In questi giorni, insieme ad alcuni cittadini del quartiere “Sacco Pastore”, nei pressi di Piazza Sempione, abbiamo documentato con alcune foto situazioni al limite della vivibilità, con cumuli di fogliame che impediscono addirittura il passaggio dei pedoni sui marciapiedi. E mai possibile che nella nostra Capitale  non si riesca a garantire alcuni servizi pubblici indispensabili come la raccolta dei rifiuti e la spazzatura delle strade? Una cosa è sicura:  con il passaggio di Amministrazione non abbiamo ancora visto, anche nelle piccole cose, alcun giovamento per la città“. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc(altro…)

Annunci

No alla discarica di FacognanaRoma, 21 set 2013 – “Sosteniamo con convinzione  la battaglia  dei cittadini di Falcognana contro l’apertura di una nuova discarica in quel  territorio. E’ una cosa inaccettabile che a Roma si continuino ad aprire discariche, mettendo in pericolo la salute pubblica e l’ambiente. Non è vero che nell’immediato, in attesa di colmare i gravi ritardi accumulati nella raccolta differenziata, non ci fossero altre alternative, come continuano a ripetere, senza pudore, coloro che in passato si sono distinti solamente per aver arricchito chi ha gestito in questi anni la discarica di Malagrotta.  Si poteva benissimo decidere di trasferire i rifiuti all’estero o in quelle regioni che hanno dimostrato di saperli trasformare in una risorsa e non in un costo per la collettività. I costi economici  di tale operazione, pari a circa 120 euro a tonnellata, sarebbero stati molto più vantaggiosi rispetto all’apertura di una nuova discarica, senza considerare le conseguenze sulla salute e sull’ambiente che rischiano di essere molto pesanti e non solo per i cittadini che vivono a Falcognana ”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano di Rifondazione Comunista. (altro…)

Manifesti elettoraliRoma, 18 set – «Preoccupanti le dichiarazioni rilasciate oggi dal sindaco Marino sulla costruzione di nuovi stadi a Roma, così come le richieste di una legge ad hoc che, da un po’ di tempo, pervengono da costruttori e rappresentati politici. Tale legge sarebbe un vero e proprio obbrobrio giuridico, perché rappresenterebbe un vero e proprio cavallo di Troia per legalizzare, tramite deroghe eccezionali ai vari piani regolatori e di tutela paesaggistica regionale,  clamorose speculazioni edilizie nella città di Roma. Basti pensare che il progetto dello Stadio della Roma, che tempo fa fu proposto nella zona di Tor di Valle, prevederebbe, tra impianto polifunzionale con stadio e strutture accessorie (parcheggi, centro commerciale, alberghi e ristoranti), quasi un milione di cubature in un’area che, da piano regolatore, ne prevede al massimo 14 mila» È quanto dichiara, in una nota, Giovanni Barbera, esponente romano del Prc. (altro…)

imagesRoma, 13 settembre 2013 – «Raccogliamo la segnalazione pervenutaci in queste ore dall’associazione ‘Carteinregola’ per denunciare il tentativo di dare il via libera, da parte delle commissioni consiliari Urbanistica e Patrimonio di Roma Capitale, alla pubblicazione della delibera urbanistica riguardante Casal Giudeo che era stata bloccata, in autotutela, dal segretariato generale e dal direttore del Dipartimento Urbanistica per i dubbi sulla sua legittimità, alla luce di una sentenza del Tar riguardante la materia trattata. Tale delibera, approvata in fretta e furia dall’amministrazione Alemanno poche ore prima della chiusura della consiliatura, riconoscendo nuovi diritti edificatori a diversi soggetti, prevederebbe una nuova colata di cemento in città per oltre un milione di metri cubi al di fuori delle previsioni edificatorie dell’ultimo piano regolatore». Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc. (altro…)

Pista ciclabileRoma, 13 sett 2013 – “Cosa fa la nuova Giunta del Municipio del Centro storico? Oggi, Repubblica.it,  con un articolo di Cecilia Gentile, denuncia lo stato di abbandono e di degrado della pista ciclabile che attraversa il quartiere Prati. Gli amanti della bicicletta sono costretti a pericolosi slalom a causa del fogliame, dei motorini parcheggiati e dei segnali stradali divelti e abbandonati in mezzo alla pista ciclabile. Una situazione imbarazzante per un rione che è stato il primo a Roma a dotarsi delle piste ciclabile in occasione dei mondiali del 1990″ Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC. (altro…)

OlimpiadiRoma, 11 set 2013 – “Condividiamo le forti preoccupazioni di tante associazioni per la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024. Non è un mistero che storicamente tutti i grandi eventi siano stati da sempre utilizzati come un grimaldello per scaricare colate di cemento nella città, in deroga agli strumenti urbanistici vigenti. Una situazione che ha ipotecato negli anni la qualità della vita di tanti cittadini romani, come testimoniano i tanti scempi urbanistici e ambientali che tali eventi hanno lasciato in eredità alla città. Altro che rigenerazione della città. Un grande affare su cui, in passato, si sono arricchiti costruttori, criminalità organizzata e politici disonesti.  Lo dichiara Giovanni Barbera, esponente del Prc romano. (altro…)

emergenza bus turisticiRoma, 06 set – “Le misure sui bus turistici annunciate oggi dalla presidente del Municipio del Centro Storico, dopo la riunione con l’assessore alla mobilità del Comune di Roma, appaiono insufficienti a rivolvere il problema determinato dai suddetti mezzi nell’area del Vaticano e nei dintorni. Verrebbe da commentare che “la montagna ha partorito il topolino”. Lo afferma Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc.

“Si parla – continua Barbera – di impiegare le infrastrutture esistenti in zona, ma l’unica esistente nell’area del Vaticano è il Terminal Gianicolo, proprio a ridosso di San Pietro. Una soluzione che risolverebbe forse il problema della sosta, ma non quello del transito di questi mezzi all’interno di quell’area della città che, oggi, è in forte sofferenza per i disagi provocati dal traffico e dall’inquinamento atmosferico. Non convincono neanche le misure della “prenotazione obbligatoria” per l’arrivo e il “numero chiuso” per i parcheggi, annunciate per la prossima settimana. (altro…)