Archivio per la categoria ‘articolo’

tratto da PaeseRoma.it del 12.05.2015

Giovanni-Barbera-Prc-150x150«Dopo aver fatto credere all’opinione pubblica che per concludere l’iter del bilancio previsionale del Comune di Roma bastasse la semplice approvazione della Giunta, avvenuta poco prima dell’anno nuovo, e aver enfatizzato tale risultato come fosse il raggiungimento, dopo diversi anni, di una situazione di “normalità ” amministrativa, i cittadini scoprono dai mass-media una realtà  ben differente». Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc. (altro…)

Annunci

Tsipras

Appello

# Cambia la Grecia, cambia l’Europa

La Grecia ha fatto in questi anni da cavia per la cancellazione dello stato sociale e dei diritti democratici in Europa. I pacchetti di “salvataggio” dei memorandum hanno salvato solo le banche tedesche ed europee, impoverito la gente e aggravato la disoccupazione rendendola di massa.

Le conseguenze delle politiche della Troika smentiscono tutte le falsità usate per imporre l’austerità in Europa. Il Paese è ridotto allo stremo, il popolo ai limiti della sopravvivenza e in piena emergenza umanitaria e intanto il debito invece di diminuire è alle stelle. (altro…)

intervista tratta da “RomaReport.it”  di Andrea Koveos  – pubblicata il   24.12.2014

Sulla questione dello stadio della Roma, abbiamo sentito Giovanni Barbera, componente del comitato politico romano del Prc.

Lei ha definito la delibera sull’interesse pubblico dello Stadio della Roma una porcata. Non crede di aver esagerato?

 Non credo di aver esagerato visto che il progetto dello Stadio della Roma, al di là delle enfatiche dichiarazioni del Sindaco e di altri esponenti politici appartenenti a diversi schieramenti,  rappresenta una mega operazione speculativa dai contorni poco trasparenti, che ha ben poco a che fare con lo sport vero.  tordivalleNon è un caso che qualche mese fa i rappresentanti del Comitato “Difendiamo Tor di Valle dal cemento” abbiano presentato un esposto alla Procura della Repubblica per segnalare alcune “anomalie” che sarebbero state  riscontrate  nell’applicazione, da parte degli organi competenti, di norme e procedure amministrative. Vorrei segnalare che il progetto non prevede solo la costruzione di un semplice stadio, ma anche la realizzazione, in deroga agli strumenti urbanistici e ai piani di tutela ambientale e paesaggistica vigenti,  di un vero e proprio quartiere con uffici, alberghi, ristoranti, centri commerciali, denominato “Business Park”.  Stiamo parlando di  quasi un milione di  cubature in un’area che, da piano regolatore, ne dovrebbe prevedere al massimo 14 mila. Cubature aggiuntive che servono solo a compensare, dal punto di vista economico-finanziario, l’investimento di capitali  privati per la realizzazione del nuovo stadio, delle opere strettamente accessorie  e di quelle di pubblico interesse.    (altro…)

mafia capitaleLa verità è che l’inchiesta sugli inquietanti intrecci tra politica e organizzazioni criminali a Roma chiama in causa un ‘sistema’, un modo di concepire la ‘politica’ e la gestione della ‘cosa pubblica’ che non vede, ormai, piaccia o non piaccia, molte differenze tra centrodestra e centrosinistra.  Il marcio sta proprio in quel rapporto perverso tra economia e politica che  prevale su tutto, anche su quegli ideali di cui invece si dovrebbe nutrire la politica, quella genuina al servizio della propria comunità. Ormai si inizia a fare politica con lo stesso spirito con il quale si intraprende una carriera professionale. Quelle forze politiche  che rifiutano tale ‘sistema’  vengono automaticamente collocate ai margini del sistema politico, costrette nel migliore dei casi alla pura sopravvivenza.

(altro…)

sfrattiCariche della polizia  durante lo sgombero di uno stabile abbandonato  di proprietà dell’Inarcassa (ente previdenziale degli architetti),  in via Castiglione alla Montagnola, occupato dieci giorni fa da circa 200 famiglie in emergenza abitativa.  Cariche che hanno provocato diversi  feriti tra gli occupanti che sono stati “sbattuti” sulla strada senza tanti complimenti, nonostante fosse stato convocato un incontro tra gli occupanti e le forze politiche comunali per tentare di trovare una soluzione politica al problema. (altro…)

Fallimento ItaliaRoma, 1 gennaio 2014 – Si è chiuso un altro annus horribilis  per il nostro Paese. Il 2013 non è stato un anno molto differente da quelli che lo hanno preceduto, a dispetto delle dichiarazioni ottimiste, riguardanti la fine della crisi economica, rilasciate in questi ultimi mesi, a più riprese, sia dai rappresentanti del  Governo Letta che da altri diversi esponenti del mondo economico e politico. (altro…)

Ricoberi di fortunaRoma, 28 gen 2013 – Quanto accaduto nel sottopasso pedonale di Corso Italia, con la morte di due senza fissa dimora, a causa dell’incendio divampato, durante la notte, all’interno del loro bivacco,  chiama in causa le nostre istituzioni pubbliche. Condividiamo, infatti, le dichiarazioni di quanti  hanno evidenziato che tale tragedia non possa essere ascritta alla tragica fatalità, ma sia il frutto dell’imbarbarimento della nostra società che produce, sempre di più,  disagio sociale. Il problema non è solo la crisi economica in sé per sé, ma anche quelle politiche locali e nazionali che, invece di contrastare gli effetti negativi di tale crisi, la alimentano drammaticamente, (altro…)