Posts contrassegnato dai tag ‘25 aprile’

25 aprile 2013(AGENPARL) – Roma, 25 apr – “Di cosa si lamenta il sindaco Alemanno? Anche volendo dimenticarci del suo passato, lo ricordiamo in questi anni con la celtica al collo, il simbolo della destra xenofoba e razzista europea, o  quando è stato festeggiato al Campidoglio, cinque anni fa, con i saluti romani dopo la sua vittoria elettorale o  ancora lo ricordiamo per essere riuscito a fare il ‘pieno’ di vecchi e nuovi ‘camerati’  nell’amministrazione comunale e nelle società capitoline, alcuni dei quali sono stati anche condannati per reati che ci fanno ancora oggi inorridire. (altro…)

Annunci

25 aprileRoma, 23 apr 2013 – “Condividiamo e sosteniamo la posizione dell’Anpi che ha fatto sapere  che, per il corteo del 25 aprile  di Roma, non sono gradite quelle presenze istituzionali e non che non siano in sintonia con gli ideali della Resistenza, in quanto non si può essere antifascisti solo il 25 aprile. Il riferimento riguarda, innanzitutto,  il sindaco di Roma che in questi cinque anni di mandato  ha sostenuto organizzazioni come CasaPound e si è circondato di personaggi inquietanti provenienti dal mondo dell’estrema destra, responsabili anche di fatti molto gravi in passato. (altro…)

25 aprileRoma, 23 apr 2013 – “Condividiamo e sosteniamo la posizione dell’Anpi che ha fatto sapere  che, per il corteo del 25 aprile  di Roma, non sono gradite quelle presenze istituzionali e non che non siano in sintonia con gli ideali della Resistenza, in quanto non si può essere antifascisti solo il 25 aprile. Il riferimento riguarda, innanzitutto,  il sindaco di Roma che in questi cinque anni di mandato  ha sostenuto organizzazioni come CasaPound e si è circondato di personaggi inquietanti provenienti dal mondo dell’estrema destra, responsabili anche di fatti molto gravi in passato. (altro…)

25 aprileRoma, 23 apr 2013 – “Condividiamo e sosteniamo la posizione dell’Anpi che ha fatto sapere  che, per il corteo del 25 aprile  di Roma, non sono gradite quelle presenze istituzionali e non che non siano in sintonia con gli ideali della Resistenza, in quanto non si può essere antifascisti solo il 25 aprile. Il riferimento riguarda, innanzitutto,  il sindaco di Roma che in questi cinque anni di mandato  ha sostenuto organizzazioni come CasaPound e si è circondato di personaggi inquietanti provenienti dal mondo dell’estrema destra, responsabili anche di fatti molto gravi in passato. (altro…)

sede di casapound(OMNIROMA) Roma, 21 APR – « I rappresentanti di Casapound dovrebbero imparare a sciacquarsi la bocca quando parlano del 25 aprile e del 2 giugno, date fondative della nostra Repubblica, nata dalla Resistenza contro i nazifascisti. Prendere a pretesto il natale di Roma per contestare tali date è semplicemente ignobile. E già troppo che si permetta a questa organizzazione, che andrebbe sciolta, di operare alla luce del sole. Hanno anche il coraggio, dopo aver fatto parte integrante del “sistema Roma” di Alemanno, di sputare sul piatto in cui hanno mangiato fino a ieri». Lo dichiara, in una nota, Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII

25 aprileIl 25 aprile è festa di popolo, un popolo oggi più che mai offeso ed umiliato dalla crisi economica, dalla negazione dei diritti, in particolare di quelli civili e sociali che portano all’acutizzarsi di diseguaglianze e ingiustizie che sanciscono l’amara consapevolezza di quanto più grave sia la crisi di valori, quale crisi della democrazia.

L’ANPI denuncia con consapevole preoccupazione il distacco progressivo, ed in taluni casi mirato, dal dettato costituzionale, che è causa primaria dello scenario che oggi abbiamo davanti ai nostri occhi. La paralisi delle istituzioni repubblicane e l’impossibilità per il popolo di esercitare la propria sovranità e far valere i propri diritti richiedono una decisa assunzione di responsabilità da parte di tutti con forte spirito critico ma propositivo. (altro…)

(AGENPARL) – Roma, 26 apr – “Saggia decisione da parte della presidente Polverini e del sindaco Alemanno di evitare inutili “forzature”, imponendo la loro presenza al bel corteo del 25 aprile. Le contestazioni da parte della piazza sarebbero state del tutto legittime. Basta con l’ipocrisia di chi vuole, come il Presidente Napolitano e altri, sulla base di una “memoria condivisa” che azzera le differenze di valori e contenuti, tenere tutti dentro al 25 aprile, antifascisti e non, annacquandone il significato. Per noi le differenze ancora (altro…)