Posts contrassegnato dai tag ‘antifascismo’

Priebke(AGENPARL) – Roma, 16 ott – “Quello che è successo ieri ad Albano è inaccettabile. Il prefetto, con la sua inopinata decisione di imporre lo svolgimento dei funerali di Priebke ad Albano, ha praticamente calpestato la coscienza democratica e antifascista di quella comunità, creando le condizioni per gli incidenti che si sono inevitabilmente verificati. Il prefetto, proprio per il suo ruolo istituzionale, avrebbe dovuto capire, prima, quali sarebbero state le conseguenze della sua inopinata scelta. Le richieste di dimissioni del Prefetto sono il minimo che si possa chiedere dopo quanto accaduto ieri”. È quanto afferma in una nota Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc.

Annunci

corteo per Walter RossiRoma, 30 set – “Questa mattina, davanti al monumento in memoria di Walter Rossi, nell’omonima piazza a Monte Mario, si è svolta la cerimonia istituzionale per ricordare il giovane militante di Lotta Continua che fu ucciso barbaramente 36 anni fa per mano dei neofascisti. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Marino, il presidente della Regione Lazio Zingaretti e altri rappresentanti istituzionali che hanno voluto ribadire, alla presenza del padre e dei vecchi compagni di militanza di Walter, che la memoria è un dovere morale. Condividiamo tale considerazione, purché questa memoria non sia declinata in forma rituale e astratta, come spesso è avvenuto in passato. Non basta ricordare che Walter fu ucciso dai neofascisti, se non si precisa che tale assassinio, come molti altri d’altronde, non ha mai trovato giustizia grazie alle ‘coperture’ e alle ‘protezioni’ da parte dello Stato di cui hanno goduto mandanti ed esecutori”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera esponente romano del Prc. ” (altro…)

corteo per Walter RossiRoma, 30 set – “Questa mattina, davanti al monumento in memoria di Walter Rossi, nell’omonima piazza a Monte Mario, si è svolta la cerimonia istituzionale per ricordare il giovane militante di Lotta Continua che fu ucciso barbaramente 36 anni fa per mano dei neofascisti. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Marino, il presidente della Regione Lazio Zingaretti e altri rappresentanti istituzionali che hanno voluto ribadire, alla presenza del padre e dei vecchi compagni di militanza di Walter, che la memoria è un dovere morale. Condividiamo tale considerazione, purché questa memoria non sia declinata in forma rituale e astratta, come spesso è avvenuto in passato. Non basta ricordare che Walter fu ucciso dai neofascisti, se non si precisa che tale assassinio, come molti altri d’altronde, non ha mai trovato giustizia grazie alle ‘coperture’ e alle ‘protezioni’ da parte dello Stato di cui hanno goduto mandanti ed esecutori”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera esponente romano del Prc. ” (altro…)

lapide-walter-rossi-150x150

Roma, 27 set 2013 – “Finalmente, dopo le reiterate denunce sullo stato di degrado nel quale era stata abbandonata la lapide che, in viale delle Medaglie d’Oro, ricorda il punto in cui nel 1977 era stato ammazzato  Walter Rossi, giovane militante di Lotta Continua, sono stati restituiti un minimo di dignità e decoro a quel luogo della memoria con la realizzazione di una piccola aiuola intorno alla lapide, protetta da parapedonali”. E’ quanto dichiara Giovanni Barbera esponente romano del Prc. (altro…)

Via RasellaRoma, 11 sett 2013 . Ancora polemiche su quanto successo 69 anni fa a Via Rasella e alle Fosse Ardeatine. A ritornare su quei fatti è Francesco Storace, leader de La Destra e direttore del Giornale d’Italia, che, citando  il  libro  di Pierangelo Maurizio, dal titolo ‘Via Rasella – 70 anni di menzogne”, dichiara: “Da via Rasella e dalle Fosse Ardeatine iniziò il connubio magistrati-potere rosso, nonché l’uso politico dello stragismo”.

Le accuse si riferiscono all’operato del Tribunale Militare di Roma che nel 1948  si occupò del caso in questione  e dell’eccidio delle Fosse Ardeatine.  Il leader de La Destra, strumentalizzando il caso delle due vittime civili che perirono durante lo scoppio della bomba,  afferma anche che una delle vittime “era un partigiano, ma di “Bandiera rossa”, formazione che di fatto venne allora cancellata, allo scopo di distruggere tutta la Resistenza non comunista”  (altro…)

Distrutta la targa in memoria di Valerio VerbanoRoma, 4 settembre 2013  – “Veniamo a sapere da alcuni cittadini che non sarebbe stata ancora ripristinata la targa in memoria di Valerio Verbano ignobilmente distrutta quasi un mese fa  all’interno del Parco delle Valli. Chiediamo al Campidoglio di provvedere come era stato promesso dal Sindaco all’indomani del vile gesto. Quell’atto ignobile ha gravemente offeso la memoria della città e la richiesta di giustizia della quale, per tanti  anni, si era fatta promotrice proprio la madre di Valerio, Carla. Quell’atto va  immediatamente “cancellato” con l’apposizione di una nuova targa”.

(altro…)

iniziativa sulle foibeRoma, 17 agosto 2013 – Ancora polemiche a Roma sulla questione foibe. Questa volta  a scatenare le polemiche del centrodestra è stata una dichiarazione del vice sindaco Luigi Nieri al Corriere,  sui viaggi della memoria con le scuole organizzati in passato anche presso le foibe. “Roma è medaglia d’oro della Resistenza, ha subito il fascismo e il nazismo, la deportazione del ghetto. E quella la nostra memoria. Altre città ricorderanno le foibe”, ha affermato  il vicesindaco.

Dichiarazione che ha scatenato le reazioni di diversi esponenti del centrodestra. Sulla questione sono intervenuti anche Storace,  Alemanno e Rampelli.  Una ridda di dichiarazioni  contro Nieri, accusato di rigurgiti filo-titini,  per chiederne le dimissioni e le scuse o per chiedere direttamente al sindaco Marino il ritiro della sua delega da vicesindaco. Non è bastata neanche la replica di Nieri, finalizzata a minimizzare la questione,  a stemperare le polemiche e i toni, (altro…)