Posts contrassegnato dai tag ‘aula giulio cesare’

 deposito atac(OMNIROMA) Roma, 03 APR – «Domani, insieme a diverse altre delibere che si occupano di questioni urbanistiche, approderà in Aula Giulio Cesare anche quella sulla trasformazione dell’ex deposito Atac »Vittoria« di piazza Bainsizza che prevede una vera e propria colata di cemento in uno dei quartieri ad alta densità abitativa e già fortemente congestionato dal traffico cittadino. Un progetto a cui si sono opposti fin dall’inizio i residenti e il Municipio Roma XVII che nei mesi scorsi aveva promosso un articolato processo di partecipazione con le associazioni, i comitati, diversi urbanisti e semplici cittadini, vista la latitanza del competente assessorato comunale che più volte, seppure invitato, ha volutamente »bucato« gli incontri organizzati per discutere del progetto». (altro…)

Annunci

roma-bene-comuneRoma, 14 gennaio 2013 – È partita oggi, a Roma, nell’Assemblea capitolina, la maratona sulla manovra urbanistica promossa dalla Giunta Alemanno che vedrà impegnata l’aula Giulio Cesare, nelle prossime settimane, su un pacchetto  di delibere tra cui i Piani di zona e alcune varianti al Piano regolatore. Il modo peggiore per inaugurare quella che si annuncia fin da ora come una delle più lunghe campagna elettorali per il Comune di Roma. Le elezioni si avvicinano, gli appetiti dei costruttori aumentano e Alemanno cerca, in questa maniera, di soddisfare tali appetiti  tentando di approvare una manovra urbanistica che rischia di ridisegnare, in peggio, il volto della città,  “regalando” ai romani decine di milioni di metri cubi in più di quelli già previsti dal Prg che fu  approvato dalla Giunta Veltroni nel 2008. (altro…)

roma-bene-comuneRoma, 14 gennaio 2013 – È partita oggi, a Roma, nell’Assemblea capitolina, la maratona sulla manovra urbanistica promossa dalla Giunta Alemanno che vedrà impegnata l’aula Giulio Cesare, nelle prossime settimane, su un pacchetto  di delibere tra cui i Piani di zona e alcune varianti al Piano regolatore. Il modo peggiore per inaugurare quella che si annuncia fin da ora come una delle più lunghe campagna elettorali per il Comune di Roma. Le elezioni si avvicinano, gli appetiti dei costruttori aumentano e Alemanno cerca, in questa maniera, di soddisfare tali appetiti  tentando di approvare una manovra urbanistica che rischia di ridisegnare, in peggio, il volto della città,  “regalando” ai romani decine di milioni di metri cubi in più di quelli già previsti dal Prg che fu  approvato dalla Giunta Veltroni nel 2008. (altro…)

Gianni AlemannoRoma, 28 dic 2012 – Il trasporto pubblico romano è al collasso e non solo per i disservizi quotidiani prodotti dalla mala-gestione. Il Comune di Roma ha autorizzato, in una seduta straordinaria,  tenutasi per la prima volta tra Natale e Capodanno, l’ipoteca dei beni non strumentali dell’Atac per poter rinegoziare il debito con le banche e  continuare a usufruire di altri finanziamenti a breve e medio termine per circa 400 milioni di euro.

Il rischio paventato in Aula Giulio Cesare, durante il dibattito, è stato proprio  quello dell’impossibilità di pagare le retribuzioni ai dipendenti e far fronte ai debiti con i fornitori. Situazione che avrebbe potuto determinare il fallimento dell’azienda.  Tra i complessi immobiliari “non strumentali” che potrebbero essere  ipotecati, ci sarebbero le ex rimesse “San Paolo”, “Vittoria” e “Tuscolana – Piazza Ragusa”, oggetto di complesse trasformazioni urbanistiche, contestate dai cittadini e approvate dal Comune di Roma proprio lo scorso anno con una delibera consiliare molto discutibile.  (altro…)

Gianni AlemannoRoma, 28 dic 2012 – Il trasporto pubblico romano è al collasso e non solo per i disservizi quotidiani prodotti dalla mala-gestione. Il Comune di Roma ha autorizzato, in una seduta straordinaria,  tenutasi per la prima volta tra Natale e Capodanno, l’ipoteca dei beni non strumentali dell’Atac per poter rinegoziare il debito con le banche e  continuare a usufruire di altri finanziamenti a breve e medio termine per circa 400 milioni di euro.

Il rischio paventato in Aula Giulio Cesare, durante il dibattito, è stato proprio  quello dell’impossibilità di pagare le retribuzioni ai dipendenti e far fronte ai debiti con i fornitori. Situazione che avrebbe potuto determinare il fallimento dell’azienda.  Tra i complessi immobiliari “non strumentali” che potrebbero essere  ipotecati, ci sarebbero le ex rimesse “San Paolo”, “Vittoria” e “Tuscolana – Piazza Ragusa”, oggetto di complesse trasformazioni urbanistiche, contestate dai cittadini e approvate dal Comune di Roma proprio lo scorso anno con una delibera consiliare molto discutibile.  (altro…)

alemanno e casapoundGiovedì 27 dicembre arriva in aula Giulio Cesare la famigerata delibera nella quale si prevede, tramite una complessa operazione di permute con l’Agenzia del Demanio, anche l’acquisizione da parte di Roma Capitale dell’immobile di Via Napoleone III, da qualche anno occupato da CasaPound che ne ha fatto la propria sede nazionale. Una vergognosa “marchetta elettorale” del valore di quasi 12 milioni di euro.  Una cifra da capogiro che mal si concilia con le difficoltà di bilancio più volte lamentate in questi anni dal sindaco Alemanno. Non solo si sottraggono (altro…)

alemanno e casapoundGiovedì 27 dicembre arriva in aula Giulio Cesare la famigerata delibera nella quale si prevede, tramite una complessa operazione di permute con l’Agenzia del Demanio, anche l’acquisizione da parte di Roma Capitale dell’immobile di Via Napoleone III, da qualche anno occupato da CasaPound che ne ha fatto la propria sede nazionale. Una vergognosa “marchetta elettorale” del valore di quasi 12 milioni di euro.  Una cifra da capogiro che mal si concilia con le difficoltà di bilancio più volte lamentate in questi anni dal sindaco Alemanno. Non solo si sottraggono (altro…)