Posts contrassegnato dai tag ‘buono casa’

CASA(AGENPARL) – Roma, 15 gen – “Il ministro Lupi  sa di cosa parla, quando cita gli strumenti messi in campo per l’emergenza abitativa? Sa, ad esempio, che il contributo per l’affitto viene erogato  solo a un numero molto  limitato di famiglie e a distanza di diversi anni rispetto all’annualità di riferimento? Nel frattempo le famiglie vengono gettate sulla strada perché diventano morose. Il Comune di Roma, tanto per citare un esempio concreto, ha pubblicato solo qualche mese fa il bando per l’annualità del 2013 e, se non cambierà qualcosa rispetto al passato, ci vorranno minimo due anni per erogarlo a non più di dieci mila famiglie, su una platea di richiedenti molto più ampia. (altro…)

Annunci

Buono casa(OMNIROMA) Roma, 07 FEB – «Nonostante le graduatorie definitive siano state già pubblicate agli inizi dello scorso mese di ottobre, il contributo per l’affitto, riguardante l’anno 2010, deve essere ancora erogato. Parliamo di oltre diecimila famiglie romane, già in grave difficoltà a pagare il canone di locazione, che vengono messe definitivamente sul lastrico dai ritardi di una Amministrazione pubblica che non riesce neanche ad utilizzare uno dei pochi strumenti a loro disposizione contro il ‘caro-affittì. (altro…)

Buono casa(OMNIROMA) Roma, 07 FEB – «Nonostante le graduatorie definitive siano state già pubblicate agli inizi dello scorso mese di ottobre, il contributo per l’affitto, riguardante l’anno 2010, deve essere ancora erogato. Parliamo di oltre diecimila famiglie romane, già in grave difficoltà a pagare il canone di locazione, che vengono messe definitivamente sul lastrico dai ritardi di una Amministrazione pubblica che non riesce neanche ad utilizzare uno dei pochi strumenti a loro disposizione contro il ‘caro-affittì. (altro…)

AffittasiRoma, 11 gen – “Come al solito l’Amministrazione Alemanno una ne pensa e cento ne fa per complicare la vita ai romani, soprattutto se questi si trovano in una situazione di disagio sociale. Tale situazione sta diventando imbarazzante. L’ultima grande pensata, che sta creando notevoli problemi a una parte dell’utenza, è stata quella di imporre il conto corrente o la carta di credito prepagata per poter ricevere il contributo all’affitto, denominato anche ‘buono casa’”. Lo afferma Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.
“Non solo i cittadini per attendere l’erogazione di tale contributo, che si riferisce all’anno 2010, hanno dovuto aspettare ben due anni – continua Barbera -, ma ora molti di loro rischiano anche di non poterlo ricevere, non avendo un conto corrente. D’altronde, visti i costi sempre più proibitivi per l’apertura e il mantenimento di un conto corrente o di strumenti simili, non tutti coloro che  potrebbero (altro…)

(AGENPARL) 7 agosto 2012 – “Sarebbe veramente grave e vergognoso se l’Assessore al patrimonio e alla casa di Roma capitale continuasse a far “finta di nulla” sulla richiesta di proroga dei termini per la presentazione dei ricorsi alla graduatoria provvisoria riguardante il “buono casa” 2010, che sta pervenendo, in maniera pressante, da più parti, anche dalla sua stessa maggioranza politica. Attualmente tale termine è previsto per la fine del mese di agosto. Considerato che tali graduatorie sono state pubblicate solo qualche giorno fa, senza (altro…)

 (AGENPARL) – Roma, 01 ago – “Ormai sul “buono casa” siamo al delirio. Non bastavano i tagli del governo centrale, ora anche il Comune di Roma ci mette del suo per complicare in tutti i modi l’accesso a tale contribuito da parte delle famiglie che hanno un basso reddito e che sono già in grande difficoltà per pagare regolarmente il canone di locazione. Si erano appena placate le polemiche sulla scadenza della presentazione delle domande per il buono casa 2011, che subito ne sono scoppiate altre. Il Comune di Roma, infatti, a seguito (altro…)

Roma 22.09.2011 – “Pensare di risolvere il problema dei senza fissa dimora con provvedimenti come il ricovero coatto è veramente aberrante e raccapricciante . Se poi tale proposta proviene addirittura da chi ricopre la carica di presidente della Commissione Servizi Sociali di una città come Roma,  le dichiarazioni rilasciate sono ancora più gravi  in quanto la dicono lunga sui valori democratici che sono espressi dalla classe politica che oggi amministra la nostra città. La morte di un senza fissa dimora, in un luogo peraltro oggetto, nel corso degli ultimi anni, di (altro…)