Posts contrassegnato dai tag ‘diritto all’abitare’

volantino_del_10

Roma, 10 ottobre 2013 – Oggi si è svolta la seconda giornata nazionale ‘Sfratti Zero‘, promossa dall’Unione Inquilini, per chiedere una nuova politica sociale della casa. Diverse iniziative si sono svolte in vari comuni italiani, fra cui anche quello della città di Roma che detiene un vero e proprio vergognoso record sugli sfratti.  Nella capitale, ogni anno, vengono emesse  circa 7.000 sentenze di sfratto e ne vengono eseguite circa 2.500 con l’ausilio della forza pubblica. Di questi sfratti, oltre l’80% sono dovuti a morosità incolpevole. Lo scopo della bella iniziativa organizzata  dall’Unione Inquilini è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni su un problema che sta diventando ogni anno più grave a causa del peggioramento delle condizioni materiali di molte famiglie italiane, alle prese con la crisi economica e le politiche recessive poste in essere dagli ultimi governi che si sono succeduti alla guida del Paese. (altro…)

Annunci

Manifestazione a Roma del 19.01.2013“Bella e festosa la manifestazione che ha attraversato  il centro di Roma, sfidando gelo e pioggia. Alla fine diverse migliaia di persone, tra cui molti giovani, hanno risposto all’appello, lanciato giorni fa dai movimenti per il diritto all’abitare durante l’assemblea al cinema America, nel rione di Trastevere, per promuovere questa manifestazione che nasce proprio con lo scopo  di unificare le diverse  vertenze sociali che, in questi mesi,  si sono sviluppate nella nostra  città: le lotte per il diritto all’abitare, per un lavoro dignitoso e sicuro, per la difesa della sanità e della scuola pubblica e per contrastare le  nuove colate di cemento sulla città previste dalle 64 delibere promosse dalla Giunta Alemanno. L’obiettivo è quello di contribuire a  mettere in rete i soggetti sociali che si sono resi protagonisti di tali vertenze per costruire un fronte comune contro  le politiche neoliberiste che stanno cancellando diritti e “privatizzando” la nostra città a favore dei cosiddetti poteri forti. Politiche che scaricano sulle classe meno abbienti i costi della crisi economica.  Roma  è un “bene comune” e non possiamo più permettere che le scelte capitoline vengano piegate agli interessi (altro…)