Posts contrassegnato dai tag ‘impoverimento’

Famiglie sempre più povere(AGENPARL) – Roma, 07 ott – I dati diffusi oggi dalla UIL Lazio riguardanti uno studio sulle condizioni economiche e sociali dei cittadini del Lazio, condotto in collaborazione con Eures, sono impressionanti. La crisi continua a determinare un progressivo impoverimento delle famiglie romane e laziali che addirittura, sempre più indebitate per pagare il mutuo o il canone di affitto, sono costrette a rinunciare alle cure mediche, in particolare quelle odontoiatriche. A Roma oltre la metà delle famiglie è a rischio povertà. Questi dati dovrebbero far riflettere chi oggi amministra il Lazio e il Comune di Roma. E’ inaccettabile che tante famiglie siano costrette, per garantirsi un tetto sopra la testa, a rinunciare alla salute. C’è in tutto questo una forte responsabilità della classe politica che non è più in grado di garantire l’accesso a diritti fondamentali come quello alla casa o alla salute. Possibile che non si riesca a garantire neanche l’assistenza base come quella che riguarda l’odontoiatria? Il problema non è solo la crisi economica, in quanto tale crisi è proprio il frutto dei processi di liberalizzazione dei mercati imposto negli ultimi decenni dalla cattiva politica, quella asservita ai poteri forti”. È quanto afferma in una nota Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc. (altro…)

Annunci

Enrico Letta e la crisiRoma, 7 agosto 2013 – ”I segnali ci sono tutti e indicano che siamo a un passo dal possibile. A un passo, cioè, dall’inversione di rotta e dall’uscita dalla crisi più drammatica e buia che le attuali generazioni abbiano mai vissuto”. Queste le parole di speranza usate da Enrico Letta, per invitare tutti a ”mettercela tutta”. Ma il premier non è l’unico ottimista nel governo da lui presieduto. Anche Fabrizio Saccomanni, ministro dell’Economia, si attesta sulla stessa posizione del suo presidente del Consiglio, affermando al Tg24 di Sky: ”Credo che l’economia entrerà in ripresa, siamo a un punto di svolta del ciclo”. (altro…)

equitalia(AGENPARL) – Roma, 20 mag – “E’ grave che Alemanno giochi con i morti. Oggi ha avuto il coraggio di affermare, a proposito della scelta di non avvalersi più di Equitalia, che non vuole più suicidi, famiglie sul lastrico e imprese che chiudono. Si dovrebbe fare un esame di coscienza perché i suicidi per motivi economici e l’impoverimento delle famiglie sono il frutto delle politiche di austerity sostenute anche dal suo partito con i governi Berlusconi e Monti. Senza considerare che, a Roma, le scelte dalla sua Giunta comunale, travolta da scandali e inchieste giudiziarie, hanno ulteriormente peggiorato le condizioni di vita di tanti romani. (altro…)

futuroRoma, 3 aprile 2013 – Gli ultimi dati statistici  sull’andamento dell’occupazione nel  nostro Paese ci segnalano che  i senza lavoro sono in lieve calo, ma a un passo dalla soglia dei 3 milioni e rispetto a febbraio 2012 sono il 15,6% in più. Sono senza impiego il 10,7% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni, che sono pronti a lasciare il Paese (67%) o ad essere sottopagati (25%). Gli occupati sono 22,7 milioni in crescita dello 0,2% rispetto a gennaio.

Il problema non va meglio negli altri paesi europei dominati dalle politiche di austerity imposte dalla troika (UE, Bce e Fmi).  Nel mese di febbraio resta  stabile, infatti,  al livello record del 12%, la disoccupazione nell’Eurozona, dove si contano 19,071 milioni di senza lavoro, mentre nell’insieme della Ue a 27 il tasso di disoccupazione  è del 10,9% (pari a 26,338 milioni di persone), in leggera crescita rispetto al dato del 10,8% di gennaio. Quello che preoccupa sono anche i dati della disoccupazione giovanile in alcuni paesi europei. Il tasso di disoccupazione giovanile in Grecia ha superato  il 60%, mentre quello della Spagna è oltre il 50%.  (altro…)

Crisi(OMNIROMA) Roma, 10 MAR – «È veramente sconcertante che Alemanno scopra solo ora, dagli ultimi dati pubblicati dall’Istat, che le famiglie italiane si sono progressivamente impoverite, che le imprese chiudono e che aumentano i disoccupati. Ma Alemanno dove ha vissuto finora? Sulla Torre d’avorio? Qualcuno dovrebbe spiegargli che anche la sua Amministrazione è stata parte del problema per la città di Roma in quanto ha contribuito a impoverire le famiglie romane, aumentando le imposte e le tariffe e riducendo la quantità e la qualità dei servizi erogati in questi lunghissimi cinque anni». (altro…)

IMURoma, 14 gennaio  2013 –  ”Ci auguriamo che il prossimo governo cancelli l’Imu sulla prima casa”. Questo è quanto ha dichiarato il sindaco di Roma Gianni Alemanno, a margine della convention del Pdl romano che si è svolta qualche giorno fa  al Palazzo dei congressi dell’Eur, parlando come se il suo partito, il Pdl, al pari di tutti quelli che hanno fino a qualche settimana fa sostenuto il famigerato governo Monti, non avesse avuto niente a che fare con l’istituzione di tale imposta. Anzi, il sindaco  Alemanno avrebbe  anche qualche altra   responsabilità in più da farsi perdonare dai cittadini romani sull’IMU, visto che è stato proprio la sua Giunta, sostenuta dalla maggioranza di centrodestra in Aula Giulio Cesare,  a volere a tutti i costi, a  Roma, l’aliquota più alta per la prima casa.

Un salasso che tra “prime” e “seconde” case, è costato in media ai romani intestatari di immobili,  circa un milione e 250 mila persone fisiche,  oltre mille euro a testa, per una somma totale di circa  1 miliardo e 350 milioni, di cui 560 milioni solo per la “prima casa”. (altro…)