Posts contrassegnato dai tag ‘mercati’

futuroRoma, 3 aprile 2013 – Gli ultimi dati statistici  sull’andamento dell’occupazione nel  nostro Paese ci segnalano che  i senza lavoro sono in lieve calo, ma a un passo dalla soglia dei 3 milioni e rispetto a febbraio 2012 sono il 15,6% in più. Sono senza impiego il 10,7% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni, che sono pronti a lasciare il Paese (67%) o ad essere sottopagati (25%). Gli occupati sono 22,7 milioni in crescita dello 0,2% rispetto a gennaio.

Il problema non va meglio negli altri paesi europei dominati dalle politiche di austerity imposte dalla troika (UE, Bce e Fmi).  Nel mese di febbraio resta  stabile, infatti,  al livello record del 12%, la disoccupazione nell’Eurozona, dove si contano 19,071 milioni di senza lavoro, mentre nell’insieme della Ue a 27 il tasso di disoccupazione  è del 10,9% (pari a 26,338 milioni di persone), in leggera crescita rispetto al dato del 10,8% di gennaio. Quello che preoccupa sono anche i dati della disoccupazione giovanile in alcuni paesi europei. Il tasso di disoccupazione giovanile in Grecia ha superato  il 60%, mentre quello della Spagna è oltre il 50%.  (altro…)

Annunci

Tagli alla sanitàNel Lazio e a Roma, il PD cerca di cavalcare le proteste  sulla sanità che si stanno sviluppando in queste settimane, a causa dei pesanti tagli voluti dal governo Monti, tramite il commissario straordinario Bondi. Basta leggere sui giornali le roboanti dichiarazioni di questi giorni di alcuni suoi esponenti nazionali e locali che giocano a fare i “rivoluzionari”, come se non fossero loro a sostenere, insieme al PDL e all’UDC, il governo Monti, responsabile di questa “mattanza” sociale. Evidentemente, le elezioni che si avvicinano producono anche questi strani  fenomeni, per i quali i responsabili dello smantellamento della sanità pubblica tentano di accreditarsi tra i cittadini come i “salvatori” della Patria. (altro…)

Tagli alla sanitàNel Lazio e a Roma, il PD cerca di cavalcare le proteste  sulla sanità che si stanno sviluppando in queste settimane, a causa dei pesanti tagli voluti dal governo Monti, tramite il commissario straordinario Bondi. Basta leggere sui giornali le roboanti dichiarazioni di questi giorni di alcuni suoi esponenti nazionali e locali che giocano a fare i “rivoluzionari”, come se non fossero loro a sostenere, insieme al PDL e all’UDC, il governo Monti, responsabile di questa “mattanza” sociale. Evidentemente, le elezioni che si avvicinano producono anche questi strani  fenomeni, per i quali i responsabili dello smantellamento della sanità pubblica tentano di accreditarsi tra i cittadini come i “salvatori” della Patria. (altro…)