Posts contrassegnato dai tag ‘neoliberismo’

Salviamo la CostituzioneRoma, 12 ott 2013 – “Nonostante l’oscuramento mediatico, la manifestazione per la Costituzione e per il lavoro, promossa da Rodotà, Landini e altri, è stato un grande successo sia dal punto di vista politico che di partecipazione. Una prima tappa fondamentale per rilanciare l’opposizione sociale e politica nel Paese, contro un governo di basso profilo che ha l’unico scopo di completare il lavoro “sporco” dei governi Berlusconi e Monti, al guinzaglio della Bce. Impedire la modifica dell’art. 138 e chiedere l’attuazione della nostra Costituzione significa mettere in mora le politiche neoliberiste di questi anni e il duopolio politico rappresentato da Pd-Pdl, per rilanciare, finalmente, un diverso modello di sviluppo sociale fondato sui diritti e la solidarietà. La grande partecipazione alla manifestazione di tanta società civile dimostra, indubbiamente, che a sinistra del Pd e dei suoi “satelliti” c’è un’immensa “prateria”, purché vengano banditi anacronistici settarismi e pulsioni minoritarie. Ora auspichiamo che si possa ricostruire, dal basso e senza forzature, una sinistra degna di questo nome nel Paese, come è avvenuto in tutta Europa negli ultimi anni”. Lo dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc.

Annunci

Antonio IngroiaRoma, 26 feb 2013 –  Non si può  negare che i risultati  scaturiti dalle ultime elezioni, sia  politiche che regionali, siano stati particolarmente deludenti per il progetto politico rappresentato dalla lista  Rivoluzione Civile, realizzata insieme ad altri  soggetti politici. L’obiettivo era quello  di riuscire a dare anche nel nostro Paese una rappresentanza istituzionale e politica a un progetto di opposizione alle politiche  neoliberiste e di tenere aperta la possibilità di  rilanciare  una sinistra di alternativa tramite un processo di aggregazione delle diverse realtà che, in quest’ultimo anno, si erano collocate all’opposizione del governo Monti, dentro e fuori al Parlamento. Purtroppo i nostri risultati elettorali  sono stati ben al di sotto  delle nostre aspettative, anche di quelle peggiori, costringendoci ancora una volta a rimanere fuori dal Parlamento e a dover ragionare sul nostro futuro. (altro…)

Il flash-mob per la morte di Angelo  a Palazzo Chigi

Roma, 21 ago 2012 – Condividiamo l’articolo-appello pubblicato ieri sul sito di informazione Globalist Syndication che lancia l’idea di intitolare provocatoriamente ad Angelo Di Carlo, l’uomo di 54 anni morto qualche giorno fa dopo  che si era dato fuoco per protesta – proprio piazza Monte Citorio,  con un targa che reciti “Angelo di Carlo, uno di noi”. Una bella idea per evitare che quel gesto estremo, motivato dalla disperazione  per un lavoro che non c’era  più, come purtroppo sta accadendo a molti altri cittadini, possa cadere nell’oblio come tanti altri episodi simili che ormai riempiono sempre più spesso le pagine di cronaca dei nostri quotidiani. (altro…)