Posts contrassegnato dai tag ‘speculazione edilizia’

stadio roma(OMNIROMA) Roma, 22 DIC – »Altro che interesse pubblico, la delibera riguardante lo stadio della Roma approvata dal Consiglio comunale è una vera e propria «porcata» per la città. ll Sindaco Marino e la sua maggioranza che in campagna elettorale avevano promesso una città a consumo zero di suolo, si rimangiano la promessa elettorale, permettendo un’operazione speculativa che porterà nelle casse della società che possiede la proprietà dell’area un guadagno di centinaia di milioni di euro, come denunciato da alcuni quotidiani in questi giorni. (altro…)

Annunci

Manifesti elettoraliRoma, 18 set – «Preoccupanti le dichiarazioni rilasciate oggi dal sindaco Marino sulla costruzione di nuovi stadi a Roma, così come le richieste di una legge ad hoc che, da un po’ di tempo, pervengono da costruttori e rappresentati politici. Tale legge sarebbe un vero e proprio obbrobrio giuridico, perché rappresenterebbe un vero e proprio cavallo di Troia per legalizzare, tramite deroghe eccezionali ai vari piani regolatori e di tutela paesaggistica regionale,  clamorose speculazioni edilizie nella città di Roma. Basti pensare che il progetto dello Stadio della Roma, che tempo fa fu proposto nella zona di Tor di Valle, prevederebbe, tra impianto polifunzionale con stadio e strutture accessorie (parcheggi, centro commerciale, alberghi e ristoranti), quasi un milione di cubature in un’area che, da piano regolatore, ne prevede al massimo 14 mila» È quanto dichiara, in una nota, Giovanni Barbera, esponente romano del Prc. (altro…)

 deposito atac(OMNIROMA) Roma, 03 APR – «Domani, insieme a diverse altre delibere che si occupano di questioni urbanistiche, approderà in Aula Giulio Cesare anche quella sulla trasformazione dell’ex deposito Atac »Vittoria« di piazza Bainsizza che prevede una vera e propria colata di cemento in uno dei quartieri ad alta densità abitativa e già fortemente congestionato dal traffico cittadino. Un progetto a cui si sono opposti fin dall’inizio i residenti e il Municipio Roma XVII che nei mesi scorsi aveva promosso un articolato processo di partecipazione con le associazioni, i comitati, diversi urbanisti e semplici cittadini, vista la latitanza del competente assessorato comunale che più volte, seppure invitato, ha volutamente »bucato« gli incontri organizzati per discutere del progetto». (altro…)

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)

(RomaRegione) Roma – 28 novembre 2012-”No alla colata di cemento che il Campidoglio si appresta a scaricare sull’area di Via Cipro–Via Angelo Emo, nell’area adiacente al parcheggio della fermata metro. I cittadini della zona, preoccupati per il mega project financing risorto dalle ceneri, sono già sul piede di guerra. Di fatto gli unici a volerlo sono i costruttori che si sono aggiudicati un’opera che vale svariate decine di milioni di euro, il Campidoglio che, dopo aver traccheggiato per anni, rispolvera il progetto in vista delle elezioni pur di non scontentare i costruttori e il Vaticano che otterrà “gratis”, non si sa per quale motivo,  la realizzazione dell’oratorio della Parrocchia di S. Maria delle Grazie. A pagare, come al solito, saranno i cittadini che avranno più cemento, più traffico, più rumore e inquinamento sotto le loro abitazioni, nonostante abitino in uno dei quartieri più densamente abitati e congestionati di Roma”. Lo dichiara  Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII. (altro…)