Posts contrassegnato dai tag ‘speculazione edilizia’

(OMNIROMA) Roma, 11 OTT – «È vero che la crisi economica sta colpendo Roma in maniera più dura che altre parti d’Italia, ma va anche detto, chiaramente, che non è riproponibile, a Roma e altrove, quel modello di sviluppo economico fondato sulla rendita urbana che, purtroppo, ha prodotto tanti danni, dal punto di vista urbanistico, alla città di Roma. Occorre, invece, una moratoria delle concessioni edilizie per nuove edificazioni e una variante generale al Piano Regolatore di riduzione delle cubature e una fiscalità locale che consenta di ridurre il peso della rendita urbana». È quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, membro del (altro…)

Annunci

(AGENPARL) – Roma, 02 ago – “La Giunta Alemanno si appresta ad approvare un altro devastante progetto urbanistico riguardante la trasformazione e la vendita dell’ex deposito Atac di piazza Bainsizza. Oggi il Consiglio del Municipio Roma XVII ha bocciato all’unanimità tale progetto, chiedendo e motivando l’immediato ritiro della deliberazione approntata dalla Giunta Alemanno. Un progetto che scaricherà altro cemento sul quartiere Delle Vittorie, derogando a quanto previsto per quell’area dal Piano regolatore generale approvato solo quattro anni fa. Un vero e proprio regalo ai costruttori che potranno edificare (altro…)

Roma – 11 Luglio 2012 -“Basta con le logiche speculative che hanno pesantemente modificato  i connotati a questa citt,à cancellando importanti  spazi culturali e sociali. Esprimiamo la nostra solidarietà ai lavoratori del Maestoso, storica sala cinematografica di Roma, sulla via Appia, che hanno occupato la struttura per difendere il loro posto di lavoro e per impedire la  trasformazione della suddetta sala in un nuovo centro commerciale.  Condivido l’appello di chi in queste ore chiede un intervento urgente e risolutivo del Comune di Roma e della Regione Lazio per impedire il cambio della destinazione d’uso della struttura, al fine di bloccare l’operazione (altro…)

(OMNIROMA) Roma, 04 LUG – «Chiediamo la salvaguardia del Mercato dei Fiori, che rischia di chiudere a causa della crisi economica e delle dissennate politiche comunali, senza procedere all’ennesima dismissione dei ‘gioielli di famiglià. La Giunta Alemanno ha lincenziato una proposta di delibera all’esame dell’Assemblea capitolina che prevede la svendita della struttura demaniale di via Trionfale, attuale sede del Mercato dei Fiori, ai privati per ripianare le perdite di esercizio accumulate nel corso degli ultimi anni. (altro…)

(AGENPARL) – Roma, 07 mag – “Sarebbe gravissimo consegnare alla speculazione edilizia l’attuale struttura del Mercato dei fiori che sorge nel cuore del quartiere Trionfale. Il problema non è solo quello di cedere tale struttura dopo la valorizzazione economica del bene per incassarne il plusvalore, ma anche quello di consegnare nelle mani dei privati un compendio immobiliare che è situato in una delle zone centrali più congestionate della città. I nostri quartieri hanno necessità di colmare la carenza di spazi pubblici per il territorio. Sarebbe un (altro…)

(AGENPARL) – Roma, 28 mar – “La giunta Polverini e la sua maggioranza politica rischieranno, di questo passo, di essere scambiati per un “comitato di affari” dei costruttori. Prima hanno approvato un piano casa che serve solo a scaricare nuove colate di cemento sul territorio laziale e romano, senza neanche intaccare i problemi dell’emergenza abitativa, poi, non contenti delle devastazioni ambientali che ne deriveranno, hanno addirittura il coraggio di proporre un premio di cubatura del 10% per i costruttori che prevedranno nei loro programmi edilizi concorsi di progettazione, come annunciato oggi (altro…)

(AGENPARL) – Roma, 14 mar – “L’unica novità emersa dall’affollata assemblea pubblica organizzata ieri sera al Centro Anziani di Via Sabotino, è l’ennesima  ‘buca’ data dall’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Marco Corsini, ai cittadini che attendono da mesi di conoscere quale sarà il futuro dell’ex Deposito Atac di Piazza Bainsizza. Rammentiamo che il Municipio è stato costretto a sostituirsi al Campidoglio per l’attivazione di un percorso di progettazione partecipata che viene espressamente previsto da una delibera comunale del 2006 che continua ad essere ignobilmente calpestata dal Campidoglio. L’appuntamento, (altro…)