Posts contrassegnato dai tag ‘speculazione’

intervista tratta da “RomaReport.it”  di Andrea Koveos  – pubblicata il   24.12.2014

Sulla questione dello stadio della Roma, abbiamo sentito Giovanni Barbera, componente del comitato politico romano del Prc.

Lei ha definito la delibera sull’interesse pubblico dello Stadio della Roma una porcata. Non crede di aver esagerato?

 Non credo di aver esagerato visto che il progetto dello Stadio della Roma, al di là delle enfatiche dichiarazioni del Sindaco e di altri esponenti politici appartenenti a diversi schieramenti,  rappresenta una mega operazione speculativa dai contorni poco trasparenti, che ha ben poco a che fare con lo sport vero.  tordivalleNon è un caso che qualche mese fa i rappresentanti del Comitato “Difendiamo Tor di Valle dal cemento” abbiano presentato un esposto alla Procura della Repubblica per segnalare alcune “anomalie” che sarebbero state  riscontrate  nell’applicazione, da parte degli organi competenti, di norme e procedure amministrative. Vorrei segnalare che il progetto non prevede solo la costruzione di un semplice stadio, ma anche la realizzazione, in deroga agli strumenti urbanistici e ai piani di tutela ambientale e paesaggistica vigenti,  di un vero e proprio quartiere con uffici, alberghi, ristoranti, centri commerciali, denominato “Business Park”.  Stiamo parlando di  quasi un milione di  cubature in un’area che, da piano regolatore, ne dovrebbe prevedere al massimo 14 mila. Cubature aggiuntive che servono solo a compensare, dal punto di vista economico-finanziario, l’investimento di capitali  privati per la realizzazione del nuovo stadio, delle opere strettamente accessorie  e di quelle di pubblico interesse.    (altro…)

Annunci

olimpiadi(AGENPARL) – Roma, 15 dic – “La candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 è tutt’altro che una bella notizia per la città. Non è un mistero che storicamente  i grandi eventi, soprattutto quelli sportivi,  siano stati utilizzati come un grimaldello per scaricare colate di cemento nella città, in deroga agli strumenti urbanistici vigenti. Una situazione che ha ipotecato negli anni la qualità della vita di tanti cittadini romani, come testimoniano i tanti scempi urbanistici e ambientali che tali eventi hanno lasciato in eredità alla città. Un grande affare su cui, in passato, si sono avvantaggiati solo costruttori, criminalità organizzata e politici disonesti″.  (altro…)

stadio roma(AGENPARL) – Roma, 04 dic – “Il buon senso vorrebbe che l’iter procedurale del progetto riguardante la realizzazione dello Stadio a Tor di Valle venisse immediatamente bloccato per permettere un esame più sereno di tale progetto, anche e soprattutto alla alla luce di quanto sta accadendo a Roma con l’inchiesta sui rapporti tra politica e criminalità organizzata. Siamo sicuri che un progetto simile, che si annuncia fin da ora come una delle occasioni di speculazione  più importanti  e devastanti per la Capitale degli ultimi decenni, non avesse attirato l’attenzione di quei poteri criminali che hanno pesantemente condizionato la vita politica e amministrativa della città in questi anni?”,  Lo dichiara Giovanni Barbera, componente del comitato politico romano del PRC. (altro…)

incendio Oasi Liipu(RomaRegione.net) Roma- 23 gennaio 2014-”Esprimiamo la nostra solidarietà a tutti gli operatori del Centro Lipu di Castel di Guido per il grave incendio  che ha  distrutto non solo la struttura, ma anche  documenti, ricerche, materiale fotografico e opere prodotte dai ragazzi delle scuole in visita. Tale episodio è ancora più inquietante in quanto è avvenuto dopo una serie di “strani” furti che si sono ripetuti negli ultimi tempi all’interno della struttura che svolge un importante ruolo educativo e di vigilanza nel panorama della tutela delle specie volatili. Ricordiamo che l’incendio avrebbe potuto avere conseguenze molto più gravi, visto che qualche giorno fa alcuni ragazzi che frequentano tale centro ci avevano trascorso la notte. (altro…)

debito pubblicoRoma, 4 nov 2013 – L’Italia pagherà 84 miliardi di euro di interessi passivi per l’anno 2013. Lo ha dichiarato la responsabile del Tesoro per la gestione del debito pubblico, Maria Cannata, nel corso di un intervista radiofonica al GR1 Rai.

Una cifra che, nonostante la riduzione dello spread, rimane ancora molto elevata, e peserà come un macigno sull’economia italiana.

Ben pochi sanno che la crescita del nostro debito pubblico non è stata  determinata dalla spesa statale – come certa vulgata  vorrebbe accreditare nell’opinione pubblica – ma  dagli oneri che lo Stato paga per tale debito. Infatti, la spesa pubblica, al netto degli interessi pagati per il debito,  è sempre stata al di sotto di quella degli altri paese europei e della stessa media dell’Unione Europea. (altro…)

caserma mediciRoma, 3 nov 2013 – “Sosteniamo con convinzione la petizione popolare on-line lanciata dal Comitato Cittadino per l’Uso Pubblico Delle Caserme per chiedere che la Caserma “Medici” di via Sforza, dietro a via Cavour, venga trasformata in studentato.Tale scelta permetterebbe di sottrarre tale immobile alla speculazione e di contribuire a ridurre la carenza di alloggi per gli studenti fuori-sede. Carenza che rappresenta una palese violazione del diritto allo studio sancito dalla Costituzione. Rammentiamo che tale caserma  fa parte di quelle 15  strutture militari della città che sono state oggetto di dismissione da parte del ministero della Difesa e che verranno interessate da progetti di trasformazione da parte dell’amministrazione comunale, sulla base di un protocollo d’intesa firmato nella scorsa legislatura. (altro…)

Enrico Letta e la crisiRoma, 7 agosto 2013 – ”I segnali ci sono tutti e indicano che siamo a un passo dal possibile. A un passo, cioè, dall’inversione di rotta e dall’uscita dalla crisi più drammatica e buia che le attuali generazioni abbiano mai vissuto”. Queste le parole di speranza usate da Enrico Letta, per invitare tutti a ”mettercela tutta”. Ma il premier non è l’unico ottimista nel governo da lui presieduto. Anche Fabrizio Saccomanni, ministro dell’Economia, si attesta sulla stessa posizione del suo presidente del Consiglio, affermando al Tg24 di Sky: ”Credo che l’economia entrerà in ripresa, siamo a un punto di svolta del ciclo”. (altro…)