Posts contrassegnato dai tag ‘sprechi’

Difendere la Farmacap(AGENPARL) – Roma, 06 feb – “Su Farmacap, siamo alle solite. Pensare di risolvere i problemi di questa azienda comunale con la privatizzazione, anche parziale, sarebbe un errore madornale sia per l’amministrazione comunale che per la cittadinzanza. Bene, pertanto, la presa di posizione del gruppo consiliare del Pd contro tale possibilità, anche se non basta. Aspettiamo una presa di posizione netta e chiara anche dalla Giunta Marino. Le chiacchiere stanno a zero ed è evidente che c’è chi continua a giocare allo sfascio. Non si capisce, altrimenti, per quale motivo non si lavori per un serio rilancio dall’azienda, valorizzando le risorse interne e tagliando consulenze e sprechi denunciati dalle organizzazioni sindacali”. (altro…)

Annunci

Soldi pubblici sprecati(AGENPARL) – Roma, 30 apr – “Dopo il commissariamento dell’Asl Rm E, i cittadini si aspettano un cambiamento radicale nella gestione dell’azienda che si è caratterizzata in questi anni per sprechi, inefficienze, denunce e polemiche. E’ necessario che la gestione commissariale metta mano fin da subito alle storture più volte denunciate anche sulla stampa. Abbiamo situazioni abnormi difficili da giustificare, come il reparto chirurgico maxillo-facciale, collocato all’interno della struttura privata convenzionata di Villa Betania, al centro delle polemiche a per la pesante denuncia di ricoveri “gonfiati”, riportata tempo fa da un articolo de Il Corriere della Sera.it’ o i due reparti di ortopedia, con relativi primari, sempre all’interno della stessa struttura privata convenzionata, che sottrarrebbero il personale medico al Santo Spirito, carente di ortopedici anche nel reparto di pronto soccorso. (altro…)

Ponte Testaccio(AGENPARL) – Roma, 24 feb – “Esprimiamo il nostro cordoglio per la morte della piccola bimba rom, appena 14 mesi, caduta nel Tevere giovedì scorso. E’ triste dover pensare che in una città come Roma, una delle principali capitali del mondo, ci siano persone, e in particolare bambini, costretti a vivere in baracche, ai margini della città, come fossero animali, senza assistenza da parte delle istituzioni pubbliche”. E’ quanto dichiara in una nota Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Rivoluzione Civile e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.
“Questa tragedia – continua Barbera – non può essere imputata al caso, perchè è stata determinata proprio dalle condizioni in cui quella famiglia è stata costretta a vivere. Adesso saranno contenti coloro che continuano a “sparare” contro i rom, chiedendone l’allontanamento dalla città o l’espulsione dal Paese. La nostra è una città che spreca ingenti (altro…)

(da Il Messaggero.it del 1 febbraio 2013)

Guerra sul wi-fi

ROMA – Prima la rete wireless della Provincia, poi quella del Comune. Il debutto della rete senza fili targata Campidoglio mandò su tutte le furie Zingaretti: «Solo spreco di soldi». E ora un cartello spiega bene la guerra del wi-fi: sopra viene pubblicizzata Digit Roma la rete del Campidoglio, sotto quella della Provincia. 
«La guerra sulla rete Wi-Fi tra Zingaretti e Alemanno sta assumendo aspetti sempre più grotteschi – dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del Prc-Fds e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII – come dimostrano alcune divertenti foto che abbiamo scattato oggi in Municipio e che stiamo diffondendo sul web Alemanno, infatti, per pubblicizzare la rete wi-fi del Comune di Roma, denominato Digit Roma, in concorrenza con quella installata dalla Provincia, sta facendo apporre delle targhe, proprio accanto a quelle già installate dall’Amministrazione Zingaretti, che sono almeno quattro volte più».

Dimissioni Alemanno(OMNIROMA) Roma, 26 GEN – «Dopo parentopoli, fascistopoli, cementificazioni e sprechi, adesso anche i sospetti di corruzione. L’indagine giudiziaria in corso, quella riguardante la presunta maxi-tangente di 600 mila euro pagata sui 45 filobus della Breda Menarini, azienda del gruppo di Finmeccanica, rappresenta una vera e propria »mazzata« per il sindaco di Roma, non solo perché il suo ex mandatario elettorale, Riccardo Mancini, è stato costretto a dimettersi dalla guida di Eur spa, ma anche perché l’imprenditore D’Incà Levis, altro personaggio coinvolto nella suddetta inchiesta, avrebbe chiamato in causa la segreteria di Alemanno, come destinataria della presunta tangente, secondo quanto (altro…)

Dimissioni Alemanno(OMNIROMA) Roma, 26 GEN – «Dopo parentopoli, fascistopoli, cementificazioni e sprechi, adesso anche i sospetti di corruzione. L’indagine giudiziaria in corso, quella riguardante la presunta maxi-tangente di 600 mila euro pagata sui 45 filobus della Breda Menarini, azienda del gruppo di Finmeccanica, rappresenta una vera e propria »mazzata« per il sindaco di Roma, non solo perché il suo ex mandatario elettorale, Riccardo Mancini, è stato costretto a dimettersi dalla guida di Eur spa, ma anche perché l’imprenditore D’Incà Levis, altro personaggio coinvolto nella suddetta inchiesta, avrebbe chiamato in causa la segreteria di Alemanno, come destinataria della presunta tangente, secondo quanto (altro…)

Dimissioni Alemanno(OMNIROMA) Roma, 26 GEN – «Dopo parentopoli, fascistopoli, cementificazioni e sprechi, adesso anche i sospetti di corruzione. L’indagine giudiziaria in corso, quella riguardante la presunta maxi-tangente di 600 mila euro pagata sui 45 filobus della Breda Menarini, azienda del gruppo di Finmeccanica, rappresenta una vera e propria »mazzata« per il sindaco di Roma, non solo perché il suo ex mandatario elettorale, Riccardo Mancini, è stato costretto a dimettersi dalla guida di Eur spa, ma anche perché l’imprenditore D’Incà Levis, altro personaggio coinvolto nella suddetta inchiesta, avrebbe chiamato in causa  la segreteria di Alemanno come destinataria della presunta tangente, secondo quanto (altro…)